amplificatore wifi
Vivere la casa

Segnale WiFi: come, quando e perché amplificarlo

Con il proliferare della tecnologia wireless avvenuto progressivamente negli ultimi anni si è assistito a un cambiamento nel modo di concepire l’accesso a internet. Agilità, comodità e velocità ne hanno guadagnato in modo esponenziale, ma sono anche comparsi fenomeni nuovi, come quello del segnale debole: in questo caso può essere necessario amplificare il segnale WiFi, possibilmente nel modo più semplice ed economico possibile. Come fare?

Quando e perché ricorrere a un amplificatore WiFi

Dopo aver installato il router wireless inviato dall’operatore, l’utente riscontra delle difficoltà nella ricezione del segnale. Quando succede, occorre amplificare il segnale del WiFi o adottare alcuni accorgimenti.

Spesso le reti WiFi, che garantiscono notevoli vantaggi, interferiscono tra loro o con altre apparecchiature elettroniche. Muri troppo spessi, specchi e altri ostacoli fisici sicuramente non aiutano. In questi casi non serve ricorrere a un amplificatore: sarà sufficiente cambiare la posizione del router per ottenere un segnale migliore. Esistono delle app gratuite capaci di rilevare in tempo reale la potenza del segnale wireless nei diversi ambienti domestici, così da trovare la posizione migliore.

A volte spostare il router non basta: è questo il momento in cui dovrebbe entrare in scena un amplificatore WiFi (anche detto ripetitore). Si tratta di un piccolo dispositivo che è in grado di catturare il segnale wireless del modem e di estenderlo verso le aree con una copertura insufficiente. L’installazione è semplice e intuitiva: dopo avere acquistato l’amplificatore, sarà sufficiente collegarlo a una presa di corrente e configurarlo. A quel punto potrà essere spostato in qualsiasi area della casa. Non tutti i modem supportano degli amplificatori WiFi: occorre verificare prima dell’acquisto la presenza della funzione access point/ripetitore WiFi.

Gli amplificatori sono disponibili in formati diversi e sono dotati di antenne (interne, esterne, fisse o rimovibili a seconda dei modelli). Prima di acquistarne uno, conviene controllare la banda di trasmissione; ce ne sono di due tipi: da 2,4 GHz e da 5 GHz.

Panoramica delle connessioni ADSL e Fibra presenti sul mercato

Le offerte per connettersi a internet sono talmente tante che spesso si rischia di confondersi. Eppure tutti hanno lo stesso desiderio: scegliere la connessione ADSL con le performance migliori. In questi casi un comparatore di tariffe, gratuito e veloce, può essere un valido alleato. È sufficiente inserire i dati relativi alle proprie esigenze (stime di consumo, numero di elettrodomestici, utilizzo etc.) per ottenere la lista delle offerte migliori del momento.

In generale, gli utenti si troveranno a scegliere tra connessioni Adsl, Fibra veloce e superveloce e satellitare. A prescindere dalla tecnologia utilizzata, un amplificatore WiFi potrebbe essere utile per potenziare il segnale in tutti gli ambienti della casa. Nonostante sia più costosa, la Fibra utilizza cavi in fibra di vetro, che la rendono più veloce dell’Adsl; a partire da 10 Mbit/s, viene definita a banda ultra larga. Tuttavia la connessione con fibra ottica non è disponibile su tutto il territorio italiano: prima di attivarla, conviene informarsi sulla copertura della propria zona di residenza presso gli stessi operatori. In caso non dovessero essere disponibili né la connessione Adsl né la fibra, l’unica alternativa per poter utilizzare internet sarà quella di scegliere una connessione satellitare, come quella di Open Sky o Eolo.

Soluzioni alternative all’amplificatore

Esistono delle soluzioni alternative a un amplificatore WiFi? La risposta è sì. In primo luogo si potrebbe cambiare il canale radio utilizzato. Per farlo è sufficiente accedere al pannello di controllo del modem. Oppure si potrebbe aggiornare il firmware del router (anche in questo caso basterà accedere al pannello di gestione del router e verificare la presenza di eventuali update per il firmware in uso). I più abili con il fai da te potrebbero costruire facilmente un amplificatore artigianale. Sono sufficienti delle forbici, della carta stagnola e il coperchio di una scatola da scarpe per riuscire ad amplificare il segnale in modo sorprendente, seguendo le indicazioni che si possono trovare online su decine e decine di tutorial.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.