Tendenze

I consigli per un arredamento in stile giapponese

A cura di Chiara Bucalossi

Se si pensa agli ambienti giapponesi vengono subito alla mente alcuni aspetti caratteristici come l’essenzialità, l’ordine, l’armonia e la purezza delle forme. Proprio queste sono le caratteristiche dell’arredamento in stile giapponese tanto ricercate e riproposte oggi dagli Interior Designer più richiesti sul mercato.

Ciò che attrae di questa cultura e che molti vorrebbero per la propria casa è infatti principalmente quell’allure di quiete e tranquillità che traspare dalle cose semplici e modeste e che riesce a conquistare un equilibrio tra misura e raffinatezza, caratteristiche proprie della filosofia zen.

Alla base dell’arredamento in stile giapponese c’è infatti la filosofia di questo popolo e la sua tradizione antica. Una casa zen giapponese anzitutto è concepita con spazi a misura d’uomo che ricreino le atmosfere rilassanti della natura, l’interno dell’abitazione deve essere come una continuazione dell’esterno e deve potersi integrare con la natura in piena armonia ed equilibrio.

Arredare in stile orientale significa prima di tutto aver acquisito un’armonia interna, con il proprio corpo e la propria anima, ed esterna con la natura che ci circonda; proprio questo equilibrio potrà poi rispecchiarsi nella casa in cui abitiamo.

Se anche voi desiderate tutto questo per la vostra casa ecco qualche consiglio utile da seguire nella scelta dei mobilie e dei complementi.

L’organizzazione degli spazi

Per realizzare un arredamento in stile nipponico è importante disporre di spazi giusti evitando inoltre di posizionare i mobili troppo vicini. Spazi ampi, completati da grandi vetrate, saranno ideali: in questo modo lo spazio interno ed esterno insieme alla natura, saranno percettivamente una cosa unica.

Stile giapponese 2 Cinius

La zona notte

Per la camera da letto è consigliabile orientarsi verso un letto giapponese con la tipica struttura in legno, priva di testiera o di bordi. L’ideale sarebbe optare per il classico Futon, ovvero il semplice materasso giapponese appoggiato sul pavimento.

Per chi ama un letto più strutturato che diventi protagonista indiscusso della camera da letto è molto interessante, ad esempio, il letto a baldacchino proposto da Cinisus, realizzato completamente in faggio massello lamellare.

Arredi e complementi

Se vogliamo assicurato l’effetto zen, allora anche gli arredi e i complementi devono essere di origine giapponese. Via libera allora a stuoie per il pavimento, separé per ambienti e lampade rigorosamente in carta di riso bianca o decorata, tavolini bassi e cuscini per pranzi e cene.

È importante optare sempre per varianti semplici e sobrie che, senza risultare predominanti, completino gli spazi con eleganza e stile.

Stile giapponese 1

La scelta dei materiali

Senza dubbio la scelta ricade su materiali naturali come il classico bambù o il legno, generalmente in tinta chiara per gli arredi, unicamente progettati in stile minimalista.

Possiamo ricreare inoltre all’interno di casa piccoli spazi zen utilizzando ciottoli bianchi di fiume, completati da un bonsai o piante tipiche fresche della terra del sol levante.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.