Piero Dorazio - Composizione
Vivere la casa

Arreda la tua casa con l’arte e ti dirò chi sei

L’arredamento del nostro soggiorno, della nostra camera da letto e di tutte le altre zone della casa svela aspetti importanti della nostra identità.

A rivelarlo non è uno studio scientifico né un esperto consulente del settore, ma semplicemente un po’ di attenzione e di capacità “indagatrice”.

Aspetto da non sottovalutare mai, dunque, l’arredamento è uno strumento prezioso per impressionare i nostri ospiti, ma anche, e in maggior misura, per vivere meglio i nostri luoghi.

Il che vuol dire vivere meglio la nostra vita.

Per distinguersi

È del tutto normale che ognuno ricerchi un tocco personale anche nell’arredamento dei propri spazi vitali, come è lecito eccedere in ogni qualsivoglia direzione.

Le nuove frontiere dell’arredamento di interni vedono in una posizione di avanguardia oggetti artistici come grafiche e sculture delle più varie dimensioni e caratteristiche.

Per distinguersi davvero, si può associare ad ogni oggetto dei significati che possono riguardare la nostra sfera personale oppure quella sociale nella quale si è più intimamente coinvolti.

L’arte contemporanea, ad esempio, è una vera e propria miniera di significati e sensazioni di cui circondarsi nel proprio ambiente domestico e dalla quale prendere spunto per la creazione di arredamenti personalissimi.

Litografia a colori joan mirò

Litografia a colori – Joan Mirò

Proprio il mercato dell’arte si sta lentamente risvegliando dopo una lunga fase di letargo, e fra le case d’asta che portano avanti questa spinta in avanti è possibile scovare i tesori da esibire nel proprio mobilio.

A seguito di una ricerca su internet, spuntano fuori molti nomi: prendiamo uno dei più frequenti, Minerva Auctions, una casa d’aste romana che propone opere per tutte le fasce di prezzo.

Rompere le superfici della propria casa con una scultura d’arte è un colpo di braccio a dir poco emozionante. Minerva Auctions ha da poco battuto Forma Sillogistica, realizzata a Treviso nel 1933 da Simone Benetton.

È un perfetto esempio di oggetto da esposizione unico e personale: guardatene gli sviluppi delle forme qui, dalle quali è possibile iniziare un viaggio nel mondo dei significati.

La Forma Sillogistica è data dalla ripetizione di una figura tridimensionale specchiata su due livelli contrapposti, e sembra evocare così un accordo di senso, un’armonia di sviluppo ed anche un senso di sicurezza a chi si vuol sentire sicuro, oppure una sensazione di ingabbiamento a chi ha invece uno spirito libero.

Forma Sillogistica

Forma Sillogistica – Simone Benetton, 1933

Arredamento 2.0

L’arredamento diviene quindi una storia nella quale rispecchiarsi, una storia da narrare ed anche tutta da scrivere, magari con gli stessi ospiti con i quali ci troveremo a discuterne.

Stessa cosa per opere di grafica e stampe d’autore, soprattutto quelle di artisti contemporanei.

Le linee, in questa epoca, si fanno più astratte ed evocative: al pari della Forma Sillogistica vista prima, vanno oltre la semplice decorazione, con il vantaggio di evitare ingombri eccessivi e di dare colore a superfici monocromatiche, oppure di ristabilire un po’ di equilibrio nel caso di un arredamento estremamente colorato.

Ebbene, le soluzioni a nostra disposizione sono moltissime. Per non incappare nel sempreverde imbarazzo della scelta può essere utile affidarsi a consulenti e figure specializzate nella meravigliosa arte di utilizzare l’arte.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.