Bosco verticale
Architettura & Ristrutturazioni

Il Palazzo Bosco Verticale di Milano

Il Palazzo Bosco Verticale è un progetto di rilievo internazionale che ha dato una nuova vita a Porta Nuova, Milano. All’interno del più ampio progetto di riqualificazione della capitale della moda italiana è arrivato quello di costruire due grattacieli ricoperti di alberi e piante.

Questa scelta è stata premiata a livello internazionale sia per il ridotto impatto sull’ambiente che per la possibilità offerta agli abitanti di ricongiungersi con il mondo naturale anche dal centro di una metropoli.

Tema del Bosco Verticale

Il tema della costruzione è chiaramente quello green, il rispetto per l’ambiente cercando di minimizzare l’impatto dell’uomo e del suo lavoro e la ricerca di un ritrovato contatto tra l’uomo e la natura.

Bosco_Verticale_Milan

Chi ha progettato il Bosco Verticale

Il prestigioso progetto Bosco Verticale porta la firma dello studio di architettura Boeri che nel 2014 ha conquistato il premio International Highrise Award e l’anno successivo il titolo di miglior edificio del mondo.

Le piante del Bosco Verticale

Sulle facciate dei due grattacieli appartenenti al progetto Bosco Verticale sono stati piantati 900 alberi e oltre 11.000 piante floreali secondo le conoscenze e la creatività di Laura Gatti ed Emanuela Borio.

La presenza di vegetazione sull’edificio comporta la costituzione di un microclima in grado di filtrare le polvere sottili, ridurre l’inquinamento acustico e depurare l’aria.

Bosco verticale di Milano

Grazie all’attenta progettazione anche dal punto di vista vegetale i palazzi assumono aspetti differenti a seconda della stagione in cui ci si trova.

L’irrigazione delle piante e degli alberi presenti sulle terrazze avviene in modo ecologico con le acque grigie e le acque di falda.

AREA38 e l’illuminazione del Bosco Verticale

All’interno di questo contesto è stata posta molta attenzione al risparmio energetico, punto che ha coinvolto l’azienda Area 38 per la progettazione dell’illuminazione della coppia di torri più famose di Milano.

Affinché il palazzo sia visibile nella sua atmosfera magica anche durante le ore notturne, su tutte le terrazze posizionate in modo asimmetrico sulle quattro facciate, sono stati installati dei mini proiettori a led.

Questi proiettori dalle dimensioni ridotte sono posizionati sulle terrazze in modo da illuminare i profili della vegetazione presente, all’interno delle fioriere.

Bosco verticale

I mini proiettori led sono stati progettati ad hoc per il Bosco Verticale con caratteristiche di alta efficienza energetica.

La sorgente luminosa neutrale è a 4.000 K. Grazie a questa illuminazione studiata in modo specifico per i due palazzi l’effetto ottenuto è di grande fascino come si evince osservandoli nelle ore notturne.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.