Cabine armadio su misura: non più solo un sogno impossibile
Organizzazione

Cabine armadio su misura: non più solo un sogno impossibile

Le cabine armadio su misura non sono più un sogno per pochi, ma un elemento d’arredo che può essere ricavato negli spazi più impensabili. Se stai progettandone una per la tua futura camera da letto, ecco qualche domanda che è meglio farsi prima di sceglierla.

Cabina armadio su misura: le dimensioni minime

La prima domanda che ci si pone quando si pianifica l’installazione di una cabina armadio su misura riguarda le dimensioni minime.

Quanto spazio si dovrà sacrificare della camera da letto? Ci sarà bisogno di opere murarie importanti? La risposta a queste domande dipende dalla superficie calpestabile disponibile.

In media, però, una buona cabina armadio non dovrebbe essere profonda meno di un metro e mezzo. Il motivo è lo spazio fisico entro il quale è possibile aprire e chiudere ante e cassetti. Inoltre, dovrebbe sempre essere possibile avere una panoramica ampia dell’interno per accedere senza difficoltà a ogni capo d’abbigliamento.

Cabina armadio su misura: da dove ricavarla?

Ogni casa è un mondo a sé e, naturalmente, chi progetta una camera con cabina armadio questo lo sa bene. In base alle dimensioni dell’ambiente, dunque, è possibile ricavare una stanza indipendente in prossimità della camera, oppure uno spazio dedicato nella camera da letto.

Naturalmente chi ha la possibilità di dedicare un’intera stanza alla cabina armadio dovrebbe approfittarne. Tuttavia, come spesso capita, le dimensioni della casa non lo permettono a meno che non si rinunci ad altri spazi più “utili”.

Se si avesse l’opportunità di suddividere la camera da letto, potrebbe risultare ottimale la collocazione di una cabina armadio dietro la testata del letto, accessibile da due ante scorrevoli che portano ai due spazi dell’armadio – se lo si condivide. In questo modo è più facile dividere la stanza senza stravolgerne il senso.

La cabina armadio può essere ricavata anche da uno spazio davanti o accanto al letto, in base alle necessità, magari sfruttando una nicchia.

Qual è quindi la collocazione migliore? La risposta è: dipende dallo spazio a disposizione, dalla collocazione delle finestre e da tanti altri piccoli fattori che vanno a incidere sul risultato finale. È sempre consigliabile farsi aiutare da un esperto e realizzare una cabina armadio su misura, che si adatti alle esigenze specifiche.

Come si illumina una cabina armadio?

Di norma, una cabina armadio non ha accesso a una fonte di luce naturale. Se puoi permetterla è un lusso, ma quando non è possibile, occorre optare per un progetto di illuminazione intelligente. Il consiglio degli esperti è quello di illuminare l’ambiente con faretti direzionabili e strisce led, da applicare al bisogno sulle mensole per creare un effetto di tridimensionalità. Questa strategia aiuta anche ad avere sempre sott’occhio tutti i vestiti, anche quelli impilati.

Il tuo obiettivo è quello di trattare la cabina armadio su misura come se fosse una mini boutique dedicata ai tuoi gusti personali. Scegli luci dalle tonalità neutre per avere un’idea chiara dei colori degli abiti, senza errore.

La giusta cabina armadio è quella che, giunto il momento di cambiarsi, non ci fa pensare di non avere niente da indossare quando invece il guardaroba scoppia!

Cabina armadio su misura in una stanza piccola

Se hai una camera da letto di dimensioni modeste ma non vuoi rinunciare al fascino e alla comodità della cabina armadio, opta per delle ante in tinta con i colori delle pareti circostanti. In questo modo avrai l’opportunità di giocare con le dimensioni, rinunciando forse a una fetta di spazio importante senza togliere, però, profondità alla camera. Opta per un armadio a tutta altezza, così da evitare le perdite ulteriori di spazio.

You Might Also Like...