A casa di... Arredamento Vivere la casa

Iran, Svezia e tanto altro: a casa dell’attrice comica Zinat Pirzadeh

Zinat Al Sadat Pirzadeh, attrice comica e scrittrice, è nata nell’Iran del nord e nel 1991 è arrivata in Svezia, dove ha raggiunto presto il successo.

In un paese in cui l’arredamento sembra sempre più improntato allo stile “chiaro e fresco”, Zina osa quasi all’inverosimile nel suo cinque vani di Hägerstensåsen.

Migliaia di icone e fiori di loto si accompagnano a oggetti vari di seconda mano coloratissimi, unendo Oriente e occidente in una coraggiosa, divertente e caotica mescolanza di oggetti.

L’impatto con il massimalismo orientale si ha subito nell’ingresso di Zina, dove sulla tappezzeria dorata spicca un orologio che segna l’ora di Teheran e di New York, in compagnia di stampe di seta indiane, icone, specchi a forma di sole.

zinat casa

Sui mobili anni ’50 ecco candelieri a forma di loto, Buddha e altre statuine. Nel soggiorno i piedi si posano su un grande tappeto persiano, regalo dei genitori di Zina, e troviamo poltrone e divani in velluto, tende dorate, un tavolo ricoperto di mosaico, scatole con la bandiera britannica, l’organo a pedale del bisnonno di Knut (il marito di Zina), arazzi curdi, carrozzine per bambini vintage…

Zina ha seguito un corso di arredamento organizzato dalla rivista Sköna hem e ha appeso alla parete il diploma, ma afferma di non amare ciò che fa stile e tendenza. Vuole la casa accogliente e le piace mescolare in modo alquanto selvaggio.

Aggiunge poi, però, di avere un vecchio cottage nel nord della Svezia dove tutto è in stile anni 50, persino le scatole di detersivo e i barattoli di conserva.

Ma restiamo nella casa di Hägerstensåsen. In sala da pranzo la tappezzeria rossa, blu e dorata con disegni di pavoni, comprata da Rusta, si fonde con le tende indiane e si accompagna perfettamente allo specchio dorato, al tavolo in argento di Mumbai, alle sedie fatte a mano, agli intarsi in madreperla, alla coppa con ciprini dorati.

Non si può certo dire che in questo appartamento manchi il colore!

FOTO 21 buddha e collane

Oggetti preziosi e non si alternano e si mescolano a casa di Zinat creando effetti spettacolari. Questo Buddha siede su un tavolino nel soggiorno di Zina in compagnia di due uova Fabergè e fiori di plastica e di cera.

FOTO 22 sala pranzo

La sala da pranzo sembra uscita da “Le mille e una notte”. La tappezzeria con disegni in oro viene da Rusta, il tavolo in argento è stato comprato a Mumbai, le sedie con intarsi, ordinate in rete, provengono dall’India. Quasi tutto il resto è stato acquistato ai mercatini delle pulci o su aste in internet

FOTO 23 camera letto oriente

La tappezzeria della camera da letto è ancora quella originale che Zinat e il marito hanno trovato quando sono entrati nell’appartamento e richiama una parete in liste di legno chiaro. Un colore neutro davvero insolito per Zinat, come le tende a disegni orientali, ma poco appariscenti.

A vivacizzare l’ambiente provvede il copriletto a grandi disegni vivaci acquistato a Milano, con i due cuscini uguali e altri in vari colori. Nella stanza trovano posto anche una scrivania e una libreria. Quest’ultima è colma di statuine e di oggetti da collezione

FOTO 24 ortensie su tavolino orientale

Il soggiorno di Zinat Pirzadehs contiene tutti gli stili e tutte le epoche, in particolare del periodo del dopoguerra, dello stile orientale e il vintage del designer Josef Frank.

zinat_pirzadeh

Zinat è una brillante attrice piena di energia e questo si rispecchia decisamente nell’arredamento della sua casa. O può essere che proprio il suo arredamento influisca sul suo carattere e sulla sua personalità, rendendola così vivace ed esuberante?

Potrebbero anche interessarti...

1 commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.