bagno piccolo personalizzazione
Bagno

6 consigli per rinnovare il bagno piccolo

Quando si ha un bagno molto piccolo, far entrare tutto in poco spazio può sembrare un complicato gioco di incastri.

Avere le idee chiare su come procedere, però, aiuta a fare le scelte giuste in modo più semplice. Ovviamente non si vuole scendere a compromessi sullo stile, ma non si può neanche sacrificare la comodità di un ambiente di utilizzo quotidiano.

Combinare mobili e funzionalità in uno spazio esiguo richiedere una pianificazione attenta, ma niente paura, con un po’ di attenzione e pazienza otterrai ottimi risultati.

Se progetti di ristrutturare il bagno con veri e propri lavori di edilizia per il tuo bagno, avrai bisogno di professionisti del settore come idraulici, piastrellisti, elettricisti, imbianchini ecc. Tieni presente che non potranno tutti lavorare nello stesso momento, soprattutto considerati gli spazi ridotti, quindi pianifica i vari lavori con un ordine logico. Sembra scontato, ma combinare al meglio gli appuntamenti e le opere da svolgere farà un’enorme differenza!

1) Porta d’ingresso e porta doccia

La porta d’ingresso del bagno può portare via spazio prezioso: puoi aggirare il problema installando una porta scorrevole, se possibile. Altrimenti, come soluzione salvaspazio si può valutare l’apertura della porta verso l’esterno, invece che all’interno della stanza.

Anche la porta del box doccia può far guadagnare diversi centimetri. Evita le porte a battente e punta su quelle ripieghevoli che non portano via spazio quando non vengono utilizzate, scegliendo materiali resistenti e trasparenti, che non ostacolino il passaggio di luce. In un bagno piccolo dalla personalità molto giovane puoi anche valutare l’utilizzo di una tenda da doccia che rispecchi lo stile d’arredamento.

composizione-sospesa-bagno-viadurini-by-il-tempo-del-city-made-italy

Foto: Viadurini Collezione Bagno

2) Vasca da bagno vs. box doccia

Se stai affrontando una vera e propria ristrutturazione del bagno, potrebbe essere il momento giusto per valutare se conservare la vasca da bagno o sostituirla con un pratico box doccia, guadagnando così molto spazio. Se la struttura della tua casa lo consente, puoi anche considerare l’idea di una doccia in nicchia con porte scorrevoli, forse una delle soluzioni salvaspazio migliori.

Se però non vuoi rinunciare per nulla al mondo ai tuoi lunghi bagni rigeneranti, puoi far ricadere la tua scelta su una vasca da bagno dal design compatto. Sono molte le aziende che producono vasche da bagno salvaspazio in diversi formati, dimensioni e materiali, talvolta dotate anche di idromassaggio o comode sedute.

lavabo rotondo per il bagno piccolo

Foto: Tikamoon

3) Crea i tuoi spazi

Alcuni piccoli trucchi aiutano a dare l’idea di uno spazio più vasto di quanto non sia in realtà. Tra i principali, l’utilizzo di piastrelle grandi. Infatti, è facile cadere nell’errore di pensare che in un bagno piccolo servano piastrelle altrettanto piccine. Al contrario, piastrelle di grandi dimensioni, sia per pavimenti che per pareti, danno l’illusione dello spazio ampio e creano un look moderno.

Nonostante richiedano un certo spessore nella parte del muro per la loro installazione, anche i sanitari sospesi grazie allo spazio libero lasciato sopra il pavimento sono utili per far sembrare il bagno più grande. Punta inoltre su sanitari dalle forme arrotondate: gli spazi stretti possono diventare davvero pericolosi in presenza di spigoli accentuati.

4) Mobiletti e mensole

Il must per le stanze piccole è sfruttare gli spazi in verticale. Puoi lasciare esposti gli oggetti di uso quotidiano per averli a portata di mano, come una mensolina sopra il lavabo per spazzolino da denti, sapone e poco altro, ma nascondi il resto. Evita gli scaffali aperti che creano confusione e opta per mobiletti portaoggetti chiusi, magari con ante a specchio per aumentare la percezione dello spazio.

Cerca sempre soluzioni alternative, come un portasciugamani fissato sulla porta invece della piantana o dei cestini impilabili per conservare la biancheria da bagno pulita e la carta igienica di scorta. Lascia libero il pavimento il più possibile, ottenendo il massimo dalla verticalità delle pareti.

mobiletto organizzato per il bagno piccolo

Foto: TOM TAILOR

5) Leggerezza con piante, luce e specchi

Come in ogni altra stanza della casa, le piante non dovrebbero mancare. In bagno le piante più indicate sono quelle che amano l’umidità e che richiedono poche cure, come felci, pothos o capelvenere. Un tocco green in bagno purifica l’aria e aiuta a percepire spazi più piacevoli e vitali.

Lo stesso si può dire degli specchi, facilmente inseribili anche in un bagno già arredato e completo, che amplificano la luce naturale e artificiale. Non avere timore di installare uno specchio molto grande, che sostituisca anche buona parte della parete del mobile per il lavabo.

L’illuminazione del bagno è un altro passaggio importantissimo: i punti luce possono fare la differenza nell’entrare in un bagno che dia l’impressione di essere ampio, pulito e accogliente, o al contrario angusto e poco pratico. Uno specchio illuminato o delle luci a led sugli armadietti e la parte superiore dei mobili, ad esempio, sono un’ottima soluzione.

6) Colori chiari e mood minimal

Un bagno ordinato, con un arredamento semplice e senza fronzoli, sembrerà già di per sé più grande. Anche i colori giocano un ruolo chiave in questo. Come per tutti gli altri ambienti della casa, infatti, i colori chiari aiuteranno a far sembrare la stanza più ampia. Il bianco e le tinte neutre possono sembrare noiosi, ma i colori chiari riflettono meglio la luce e quelli scuri o troppo intensi tendono a chiudere molto gli spazi, soprattutto se scarseggia la luce naturale.

In un bagno estremamente piccolo la soluzione ideale sarebbe proprio il total white, da personalizzare con piccole note di colore tramite gli accessori, come una piantina, una candela colorata o gli asciugamani in tonalità vibranti e decise.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.