Idee e consigli

I consigli low cost per una casa fresca in estate

Arriva l’estate, le temperature continuano a salire e in casa inizia a fare troppo caldo. Oltre all’aria condizionata, soluzione ottimale ma non sempre applicabile, per fortuna ci sono tanti metodi per proteggersi dall’afa. Dall’investimento in un buon ventilatore a piccoli accorgimenti quotidiani gratuiti, vediamo come tenere il caldo fuori dalle mura domestiche.

Ventilatore

La soluzione più semplice e alla portata di tutti, anche per chi ha problemi di spazio o non ha la possibilità di installare l’aria condizionata perché in affitto o in una casa temporanea.

Sul mercato sono disponibili modelli per ogni esigenza e budget, dal ventilatorino da scrivania a carica USB ai ventilatori con purificazione dell’aria inclusi, passando per ventilatori a torretta, retrò o da pavimento in stile industriale. La scelta è davvero ampia e permette di inserire nella stessa stanza anche più di un ventilatore, in modo da poter creare correnti di aria fresca con un posizionamento strategico.

I ventilatori più grandi di solito tendono a essere più potenti e sono adatti a stanze normalmente più ampie, come il salotto o la camera da letto, ma anche i ventilatori piccoli, come quelli per scrivanie o comodini, se posizionati nel modo giusto possono dare un grande sollievo.

Se l’afa è insopportabile e persino i ventilatori ti sembra spostino solo aria calda, è possibile ricorrere a un vecchio trucco, ovvero posizionare una ciotola riempita di ghiaccio o una bottiglia di acqua congelata davanti alle pale del ventilatore. Questo piccolo accorgimento renderà l’aria proveniente dal ventilatore sempre più fresca man mano che il ghiaccio si scioglierà, provare per credere!

Chiudi tutto di giorno, spalanca tutto di notte

Durante una bella giornata estiva il nostro primo istinto può essere quello di spalancare le finestre alla ricerca di un filo d’aria, ma probabilmente accadrà il contrario, ovvero l’aria calda entrerà ancora di più in casa rendendo il caldo opprimente.

Per mantenere una temperatura accettabile è preferibile chiudere tende e persiane dopo le prime ore del mattino: oltre a rendere le attività quotidiane più semplici, ne trarrai vantaggio di notte ritrovandoti stanze più fresche.

Se per qualche motivo devi tenere le finestre aperte durante il giorno, assicurati di farlo in un modo che si creino correnti d’aria, aprendo le finestre ai lati opposti della casa e tenendo tutte le porte aperte. Rimane preferibile chiudere le tende e abbassare le persiane/tapparelle fino a sera, soprattutto se picchia il sole proprio in quella direzione, per evitare la luce solare diretta.

Normalmente le temperature scendono di notte, anche in piena estate, quindi l’apertura delle finestre in tarda serata consentirà all’aria più fresca di circolare attraverso le stanze e ti aiuterà a dormire meglio.

La biancheria da letto giusta

La scelta della giusta biancheria da letto può avere un ruolo fondamentale in estate e fare la differenza tra una buona notte di sonno e una insonne. Scegli tessuti leggeri e traspiranti come lino e cotone, ideali per mantenere il letto più fresco. Evita il poliestere e altri tessuti artificiali che ti farebbero solo sudare di più e assicurati che le lenzuola di tua scelta siano totalmente in fibre naturali, saranno utili anche in inverno perché aiutano a regolare la temperatura del corpo, allontanando l’umidità dalla pelle. Se fa tanto caldo, quando cambi le lenzuola puoi metterle per un quarto d’ora in congelatore, ovviamente chiudendole in un sacchetto di plastica, in modo che non passino gli odori dei cibi!

Le lenzuola in cotone hanno una bellezza naturale che persino gli hotel di lusso scelgono e non a caso: se realizzate in un cotone resistente, leggero e morbido, risultano fresche e piacevoli sulla pelle, consentendo un ottimo sonno. Lenzuola e accessori come piumini, cuscini e materassi in materiali naturali e traspiranti sono l’ideale anche per chi ha una pelle molto sensibile o soffre di allergie.

Meno tecnologia, più fresco

Se hai ancora delle luci a incandescenza in casa, è arrivato il momento di sostituirle. Le lampadine a incandescenza, infatti, oltre a essere meno efficienti dal punto di vista energetico, emanano molto calore. Visto che in estate diventa buio tardi, per avere una casa più fresca preferibile tenere spente tutte le luci fino a quando non si rivelano proprio necessarie, così da ridurre il calore aggiuntivo e risparmiare sulla bolletta, in estate messa già a dura prova da ventilatori, condizionatori, aria condizionata, lavatrici extra ecc.

Anche i dispositivi elettronici emettono calore extra che, soprattutto se in camera e di notte, non aiuta di certo a dormire. In molti hanno l’abitudine di mettere a caricare il telefono durante la notte, ma sarebbe preferibile evitarlo, a meno che non sia assolutamente necessario. L’ideale sarebbe non avere nulla di elettronico attaccato alla corrente di notte, a parte, ovviamente, le luci del comodino!

Spegni ciò che non usi, come computer o tablet, senza lasciarli in standby, e assicurati che frigorifero o congelatore abbiano un sufficiente spazio di areazione sul retro, in modo da evitare calore aggiuntivo in cucina.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.