come scegliere misuratore distanza
Idee e consigli

Il misuratore di distanza, strumento utile e necessario 

Il misuratore di distanza è lo strumento necessario per calcolare la lunghezza tra due punti, oppure di un tessuto. È, altresì, idoneo quando si devono effettuare piccole riparazioni casalinghe oppure, a seconda del dispositivo, operazioni professionali.

Nel corso del tempo, complici sicuramente le innovazioni tecnologiche, si è passati dal classico metro da sarta ai distanziometri, che hanno facilitato e contribuito a favorire e rendere accurata la misurazione della distanza.

La tecnologia come ha modificato le misurazioni?

Tra i dispostivi più innovativi vi è il laser misuratore distanza. La praticità di tale strumento e le sue funzioni specifiche hanno contribuito all’affermazione in campo professionale.

Il funzionamento del misuratore laser è piuttosto semplice e veloce, è basato sul tempo impiegato dal fascio di luce per raggiungere un determinato punto. La misura rilevata appare immediatamente sullo schermo. Tra le funzioni di questo dispositivo troviamo la capacità di calcolare l’area, il volume, la conversione in altre unità di misura e la possibilità di salvare i dati.

Nonostante, però, l’elevata tecnologia questi dispositivi sono soggetti ad una portata della misurazione massima; vale a dire che vi è una distanza limite per il calcolo.

Alcuni distanziometri laser consentono di calcolare la distanza attraverso delle onde sonore, particolare rilevante in quanto consente di superare eventuali ostacoli ed impedimenti.

Come scegliere il misuratore di distanza?

Prima di procedere all’acquisto, e per evitare eventuali errori, sarebbe il caso di scegliere il misuratore di distanza che maggiormente soddisfa le esigenze e le richieste.

Sul mercato sono proposte numerose varianti e tipologie di distanziometri, prodotti con materiali diversi ma validi e resistenti e che appartengono a differenti fasce di prezzo.

Si pensi al metro in legno, formato da righelli uniti e ripiegati che all’occorrenza si dispiegano per misurare la distanza.

Il misuratore rotella metrica è dotato di un nastro in tessuto che si può facilmente avvolgere girando l’apposita rotella. Questo strumento è fornito di un gancio in modo da fissar il nastro e procedere al rilevamento della distanza autonomamente, purché la distanza non sia eccessivamente elevata.

Il flessometro è tra gli strumenti utilizzati non solo in ambito hobbistico ma anche professionale. Il dispositivo è dotato di un nastro avvolto in un arrotolatore. La presenza della staffa ad elle consente di calcolare la distanza autonomamente senza, necessariamente, richiedere l’aiuto altrui come potrebbe succedere utilizzando i classici misuratori di distanza.

Il telemetro ottico è molto simile al binocolo. È uno strumento caratterizzato da un’unità ottica che permette di visualizzare dei bersagli in lontananza, la relativa distanza sarà mostrata direttamente sul display.

Conclusioni

Gli innovativi sistemi di misurazione consentono di rilevare correttamente e con precisione la distanza tra due punti.

In molti casi, si annulla il contatto diretto con l’oggetto da misurare in quanto il tutto avviene tramite l’utilizzo di luce oppure onde sonore.

Tali dispositivi consentono di dire addio a carta e penna per segnare le distanze, in quanto è possibile salvare i dati sul dispositivo.

Le numerose funzionalità e le innovazioni non comportano prezzi esosi, anzi la vasta gamma di prodotti favorisce la concorrenza anche per quanto concerne il costo di vendita.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.