Arredamento

Come scegliere le porte per interni? Ecco qualche consiglio d’acquisto

Le porte per interni sono una scelta fondamentale per casa. Oltre ad essere un bene irrinunciabile costituiscono anche la qualità complessiva dell’arredo e, quindi, devono essere scelte in base ai materiali, alle tipologie, allo spazio di cui disponi e al gusto estetico. Chiaramente non è facile fare questa scelta senza pensarci troppo proprio perché il mercato offre tantissime proposte e soluzioni. Quindi il nostro primo consiglio è quello di affidarsi a Sicilinfissi, ovvero ad aziende specializzate nel settore che oltre a fornire una buona scelta siano anche in grado di suggerire la miglior soluzione per te. Difatti la scelta della porta può influire moltissimo sulla qualità della vita di un ambiente interno, così come è in grado di influenzare l’impatto estetico rispetto all’arredamento.

Affidati sempre ai professionisti

La professionalità di un’azienda è il primo punto di partenza e, quindi, una volta che avrai deciso a chi affidarti ti basterà seguire in nostri consigli. Se stai cercando delle porte per interni a Palermo qui troverai tutte le informazioni da conoscere prima di acquistare. Per prima cosa devi sapere che le porte per interni sono elementi composti da materiali e finiture di tantissime tipologie. Dovrai controllare l’anta, il controtelaio, il telaio e i coprifili ma anche le cerniere, le guarnizioni, la tipologia di maniglia e la serratura.

Finiture e struttura

Se anta, telaio e controtelaio sono le parti fondamentali della struttura di una porta per interni, il resto fa parte delle finiture che ne determinano l’aspetto estetico, il tipo di rotazione ed il livello di privacy. In Sicilinfissi, per esempio, trovi le porte suddivise per genere e per materiale così da individuare subito il prodotto più adatto a ciò che stavi cercando. Difatti le porte non sono costituite semplicemente in legno ma sono lavorate con altri materiali, tra cui trattanti e acciai, che ne completano la struttura. Questo significa che il legno è la punta dell’iceberg della scelta, ma oltre a questo dovrai valutare anche la qualità delle finiture per assicurarti che la porta possa durare nel tempo senza modificarsi di forma o cedere all’ossidazione e all’usura nel tempo.

La scelta dei materiali

Legno e vetro sono solitamente i materiali più utilizzati nel mercato delle porte da interni ma a questi si aggiunge anche l’alluminio o il PVC che possono essere usanti anche in combinazione con gli altri due. DI solito il legno è il materiale classico più utilizzato perché si adatta a tutti i contesti e può dare calore e profondità a qualsiasi ambiente. Quindi potrai optare per legni multistrato, a pannelli o listellari a seconda della funzione che andrà a svolgere la porta o della stanza in cui questa sarà collocata.

Vetro e luce

Il vetro è una soluzione più idonea agli ambienti in cui è necessario far passare della luce e, quindi, è impiegato più di frequente per la zona giorno. Le porte di vetro possono essere caratterizzate da telai in legno o metallo e impreziosite con pannelli di materiale temperato, stratificato o laccato. Il vetro temperato è sottoposto a elevate temperature e poi raffreddato velocemente, creando uno shock che renderà più robusta la struttura. Questo fa si che il vetro non vada in frantumi se la porta dovesse sbattere e, quindi, garantisce una sicurezza aggiuntiva da non sottovalutare.

Metallo e acciaio

Le porte in metallo e alluminio sfruttano la leggerezza del materiale e la versatilità sia per la struttura che per le finiture. Di solito i metalli sono usati per la parte strutturale, ovvero per telaio e controtelaio ma nulla vieta di scegliere ante interamente realizzate in alluminio o acciaio, nel rispetto delle esigenze di arredo e di divisione degli spazi. Per esempio una porta in alluminio è perfetta per il box auto, per i ripostigli o per le cantine, gli ambienti da separare nettamente al contesto abitativo.

Infine dovrai valutare le misure e le proporzioni, calcolando lo spazio di cui disponi anche in base all’arredo, specialmente se questo è già presente. Per questo suggeriamo sempre un consulto con un esperto che sia in grado di fornirti una panoramica esaustiva sulle possibilità di cui disponi in base alla conformazione della tua abitazione, alle necessità di passaggio della luce e a quelle di suddivisione corretta degli spazi.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.