vendita casa senza agenzia immobiliare
Idee e consigli

Come vendere casa da soli

Vendere la propria casa senza affidarsi all’intermediazione di un’agenzia immobiliare è una soluzione che viene scelta di frequente con la prospettiva di ottenere un risparmio consistente e, in particolare, di evitare di pagare qualsiasi tipo di commissione. Il ruolo delle agenzie fino alla fine degli anni Novanta era estremamente importante per chiunque volesse essere presente nel mercato delle case, visto che la diffusione degli annunci era assicurata solo dalle pubblicazioni cartacee e dai volantini. Inoltre, l’intermediazione di specialisti era ritenuta sinonimo di professionalità, oltre che garanzia di visibilità e di affidabilità. Come si può facilmente intuire, però, con l’arrivo di Internet lo scenario è decisamente cambiato.

Il ruolo di Internet

Qualsiasi annuncio di vendita oggi ha la possibilità di beneficiare di una straordinaria visibilità, considerando l’ampiezza del network di portali immobiliari che si possono trovare su Internet. Oltre ai siti generici, infatti, ci sono i portali che si rivolgono in maniera specifica alla vendita da privato, con tutti i vantaggi che ne conseguono dal punto di vista economico: i clienti possono essere reclutati in maniera diretta, e la mancanza di intermediazione si traduce in un risparmio concreto.

Come funzionano i siti web per la vendita delle case

Mettere in vendita la propria casa su Internet è semplice come bere un bicchier d’acqua: questo non vuol dire che sia sufficiente uno schiocco di dita per trovare degli acquirenti interessati, ma solo che la procedura da seguire è tanto rapida quanto facile. All’interno di un annuncio, il venditore è tenuto a descrivere l’immobile in vendita, a illustrare le sue caratteristiche e a fornire tutte le informazioni potenzialmente utili dal punto di vista tecnico. Per attirare potenziali acquirenti è consigliabile corredare le inserzioni con foto dettagliate sia dei locali interni che degli spazi esterni. Ovviamente non bisogna dimenticarsi di precisare i recapiti a cui farsi contattare.

Il contratto preliminare di compravendita

Uno dei siti a cui ci si può affidare per tentare di vendere il proprio immobile è casadasoli.it, che non solo permette di pubblicare gratis gli annunci, ma mette a disposizione anche una serie di informazioni utili che aiutano a orientarsi nel mondo del mercato immobiliare. Non tutti conoscono, per esempio, l’importanza del contratto preliminare di compravendita, noto anche come compromesso: si tratta di quell’atto che precede il rogito notarile e che si deve comporre dell’accordo tra le parti, dell’oggetto, della causa e della forma, che corrisponde al mezzo attraverso cui la volontà dei negozianti si manifesta. All’interno del compromesso non possono mancare i dati del venditore e dell’acquirente, così come l’indicazione del prezzo della casa, che deve essere scritto sia in lettere che in numeri.

I documenti utili per vendere

In effetti, nel momento in cui si pubblica su Internet un’inserzione per vendere casa, sarebbe importante avere già a disposizione tutti i documenti che serviranno per la compravendita. Dal 2010, con l’entrata in vigore del DL 78, è obbligatorio per il venditore dichiarare la conformità dei dati catastali nel rogito (compito che in precedenza spettava al notaio). Lo scopo è quello di ridurre la vendita di case con abusi.

La documentazione edilizia

Prima di decidere di vendere, dunque, ci si deve preoccupare di essere in possesso della documentazione edilizia, che comprende la copia della licenza di costruzione e il certificato di abitabilità. È richiesta, poi, la documentazione sulle varianti edilizie, come la concessione di variante e la segnalazione certificata di inizio attività, tramite cui il compratore può essere certo che la conformazione dell’immobile sia in regola con le norme.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.