Design

EERA: prima edizione del concorso di interior design

È online da oggi il bando “La stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, prima edizione del concorso di interior design bandito da  EERA soluzioni in pietra per l’architettura – unico atelier italiano dedicato alla pietra per il mondo wellness, Spa e bagno – con il patrocinio della  Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano.

La partecipazione è gratuita e c’è tempo fino al 1 giugno per aderire al progetto, che si rivolge a tutti gli architetti e designer, invitati a ideare un ambiente bagno dedicato alla figura, oggi così attuale, del viticoltore biodinamico: un progetto che dovrà quindi ispirarsi alla sostenibilità, al rispetto per la natura, alla qualità del materiale e della sua lavorazione, e che ha come obiettivo quello di comunicare la bellezza e il potenziale del marmo nell’architettura degli interni, in modo particolare nell’ambiente bagno.

Sarà una giuria di qualità a valutare i progetti e decretare il vincitore, composta da:

  • Kuno Prey (presidente della giuria), professore di product design presso la Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano e ideatore del concorso;
  • Oscar Colli, co-fondatore e editorialista de Il Bagno Oggi e Domani, membro dell’Osservatorio Permanente del Design, presso ADI;
  • Alessandro Lolli, direttore di Design Context;
  • Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori;
  • Alberto Salvadori, art director EERA soluzioni in pietra per l’architettura

Il progetto vincitore verrà realizzato da EERA in stretta collaborazione con il suo ideatore nei mesi di luglio e settembre 2015 e sarà installato presso lo showroom di Sega di Cavaion (Verona).

Concorso EERA 2015 3

In concomitanza con la fiera leader del settore marmo Marmomacc (30 settembre – 3 ottobre 2015), si terrà la proclamazione alla presenza dei media e del pubblico internazionale della fiera.

In quell’occasione saranno presentati anche i disegni degli altri progetti pervenuti.

L’iniziativa nasce dalla volontà di EERA soluzioni in pietra per l’architettura, azienda nata dalla passione e dall’esperienza Cev Marmi&Graniti per la lavorazione della pietra, di coinvolgere gli “addetti ai lavori” in un progetto che sia in linea con i propri valori.

Lo showroom EERA è un luogo di incontro per architetti e designer. Un vero e proprio laboratorio di conoscenze e progetti, dove la materia prima trova la sua massima espressione in creazioni uniche: qui sono presenti sei “ambienti bagno” e una zona wellness realizzati in pietra naturale, qui si possono scoprire le ultime novità del settore, con la possibilità di incontrare partner ideali per realizzare progetti insieme.

Concorso EERA 2015 1

Un luogo dove la pietra da materia prima diventa “elemento primordiale”, versatile e dinamico, da cui scaturiscono vere e proprie opere d’arte. Un materiale durevole e sostenibile, che permette di realizzare creazioni di eccellente qualità estetica e funzionale.

Spiega Andrea Crescini, direttore commerciale di EERA ed esponente di terza generazione della famiglia fondatrice:

«Con questo bando, che premierà il progetto più moderno e armonioso di una stanza da bagno contemporanea, ci proponiamo di trasmettere tutta la potenzialità e i vantaggi dati dall’utilizzo della pietra, coinvolgendo i creativi in un’iniziativa che non è solo un concorso, ma anche un’occasione di confronto e di collaborazione attraverso un tema originale e di grande stimolo».

Concorso EERA 2015 2

«Il tema del bando, “la stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, è nato ispirandomi ai valori che guidano l’azienda Cev e il suo showroom EERA» spiega Kuno Prey.

«Il viticoltore biodinamico coltiva i suoi vigneti secondo i principi della filosofia olistica e quindi della biodinamica. Rispetta la natura per ottenere uve con le quali, sempre secondo i principi della vinificazione biodinamica, produrre vini d’eccellenza. È insomma una persona che vive in piena armonia con la terra, l’ambiente, e che tiene moltissimo alla qualità dei vini che produce. Come sarà la sua stanza da bagno, luogo dedicato alla cura del corpo?»

Il bando del concorso è disponibile qui

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.