corrente elettrica casa sicurezza
Casa sicura

Circuiti di corrente domestica: come metterli in sicurezza evitando incidenti

Qualsiasi apparecchio che usiamo nella nostra vita quotidiana come elettrodomestici, apparecchiature per ufficio e apparecchiature industriali, quasi tutte queste cose richiedono elettricità.

I circuiti di corrente per uso quotidiano, sia domestico che aziendale, lavorano a tensioni elettriche molto più basse del classico 230 V che esce dalle prese in condizioni naturali, il che potrebbe causare danni di sovra voltaggio e anche possibili corto circuito.

Per impedire che ciò accada l’uso dei trasformatori di corrente è fondamentale poiché essi riducono i valori della corrente permettendo l’utilizzo di qualsiasi tipo di elettrodomestici o strumentazione elettrica.

Questo strumento a corrente alternata trasforma la corrente primaria in un valore secondario proporzionale in termini di grandezza e fase, adattandola alle utenze finali e allo specifico uso.

Cortocircuito: il più comune degli incidenti domestici

Un cortocircuito si verifica quando l’elettricità devia dal suo percorso previsto e completa il suo viaggio attraverso un percorso più breve, uno a minore resistenza. Ciò si verifica quando il flusso di elettricità viene interrotto da un difetto nel cablaggio stabilito. Se un cortocircuito nell’impianto elettrico non viene rilevato e riparato tempestivamente, potrebbe produrre scintille, fumo o incendi o causare scosse elettriche.

Quali sono le cause dei cortocircuiti?

I cortocircuiti possono essere causati da:

  • Parassiti o roditori che masticano i fili;
  • Acqua o altri fluidi che entrano in contatto con i cavi elettrici;
  • Collegamenti allentati in una scatola elettrica;
  • Prese, interruttori, luci, elettrodomestici o altri dispositivi elettrici vecchi o danneggiati;
  • Chiodi o viti che perforano i muri e entrano in contatto con i fili;
  • Deterioramento della guaina del cavo elettrico;
  • Accumulo o picchi di elettricità.

Se hai una casa di vecchia costruzione, assicurati che il cablaggio sia aggiornato. Un impianto elettrico dura 30-40 anni  e poi va sostituito. Se la tua casa funziona ancora con i vecchi cavi, non è sicura, soprattutto se sono in acciaio. Se hai fusibili che si bruciano spesso e ripetutamente o interruttori automatici che scattano, è probabile che l’alimentazione sia inadeguata.

Inoltre, se uno qualsiasi dei fili o cavi è a brandelli, usurato o danneggiato, è necessario sostituirlo immediatamente.

La tua casa è stata costruita negli anni ’60 o ’70? Potrebbe avere un cablaggio in alluminio, che può corrodersi e ossidarsi più facilmente del rame, che viene utilizzato nelle case più nuove. L’alluminio può usurarsi e surriscaldarsi più rapidamente, provocando un incendio.

In conclusione

Gli incidenti elettrici domestici sono più comuni di quanto si possa pensare, ma rappresentano un vero e proprio pericolo per l’incolumità degli abitanti.

Le cause sono molteplici, cablaggi difettosi, messe a terra usurate, corrente ad alto voltaggio che non viene adeguatamente trasformata.

I trasformatori di corrente vengono utilizzati per ridurre la corrente primaria a una corrente secondaria facile da misurare. Isolano i dispositivi di misurazione e rilevamento dal circuito principale. Un TA è costituito da uno o pochissimi giri primari e può avere diverse centinaia di giri secondari.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.