estrattore di succo frutta e verdura
Lifestyle

Estrattori di succo, cosa sono e come usarli al meglio

Ormai da alcuni anni gli estrattori di succo hanno fatto il loro ingresso nelle cucine italiane. Contrariamente a quanti molti credono non si tratta di elettrodomestici identici alle centrifughe, anzi, come ci spiegano al meglio sul sito https://estrattoridisucco.it/, un estrattore permette di ottenere un estratto molto più completo e sano rispetto ad una centrifuga. Queste apparecchiatura infatti funzionano molto più lentamente ed evitano di ossidare la polpa di frutta e verdura, preservandone interamente le proprietà nutritive.

Cos’è un estrattore di succo

Si tratta in pratica di un elettrodomestico che consenta di separare parte delle fibre insolubili dalla polpa di frutta e verdura, in modo da ottenere un estratto puro, fresco e salutare. Togliendo i residui, quindi la parte della buccia che non è commestibile, oltre a eventuali semi e torsoli, l’estrattore consente anche di migliorare l’assimilabilità degli elementi nutritivi presenti nei vegetali, quali vitamine, Sali minerali ed eventualmente fruttosio, ove presente. Un estratto è una vera carica di nutrienti preziosi, che l’estrattore consente di mantenere in modo perfetto.

Come funziona l’estrattore

Il segreto di questo elettrodomestico è di fatto la velocità di esercizio. Gli estrattori funzionano facendo passare la frutta attraverso una sorta di colino, che separa la polpa e gli elementi preziosi dagli scarti. Da una parte esce l’estratto, ricco di sostanze benefiche, dall’altra gli scarti, tra cui una piccola parte delle fibre insolubili presenti nei vegetali. L’estrazione avviene lentamente, in modo da mantenere inalterate le proprietà del vegetale inserito nell’elettrodomestico e senza spappolare la polpa. In questo modo le sostanze nutritive non solo sono completamente intatte, ma sono anche meglio assimilabili durante la digestione.

Gli ingredienti di un estratto

Uno dei vantaggi dato dagli estrattori di ultima generazione è anche quello di poter estrarre il succo da qualsiasi vegetale, tra quelli che si possono consumare crudi. Quindi dalla gran parte delle frutta, da una buona percentuale di verdura, ma anche da frutta secca, semi o erbe aromatiche. Per questo motivo si può usare l’estrattore per preparare benefici estratti a base di frutta, arricchita con verdure, proprio quelle che molte persone non amano mangiare. Le ricette prevedono l’utilizzo di zucchine, cetrioli, finocchi, sedano, pomodori, da mescolare alla frutta più succosa. Il risultato è decisamente piacevole e anche salutare.

Scegliere l’estrattore migliore

In commercio sono oggi disponibili vari modelli di estrattore, non tutti uguali tra di loro. Per la scelta è importante prediligere i modelli a bassa velocità, quindi a partire da numero di giri al minuto inferiore a 50. Questo elemento è infatti quello che permette di mantenere intatta frutta e verdura. Ci sono poi prodotti con caratteristiche più o meno adatte a seconda dei casi. Ad esempio alcuni estrattori hanno bicchieri ampi, in cui porre molta frutta contemporaneamente; oppure bocchette di inserimento larghe, che permettono di non tagliare quasi per nulla la frutta da porre nell’estrattore. Tutti questi elementi permettono di lavorare al minimo i vegetali e di preparare gli estratti senza troppa difficoltà, evitando di tagliare la polpa in piccoli pezzi. Sono poi disponibili anche estrattori con varie selezioni possibili, in modo da preparare estratti più o meno cremosi e compatti a seconda delle personali esigenze di ognuno.

Le ricette migliori

Come abbiamo detto, l’estratto si può preparare con qualsiasi frutto e con tutta la verdura che si può mangiare cruda. Quindi, non potremo usarlo per patate o melanzane, ma di certo per finocchi, sedano o pomodori. Si deve anche cercare di uscire un poco dagli schemi; molti infatti considerano la verdura come alimento da consumare solo in piatti salati. In realtà invece la maggior parte delle verdure ha un buon contenuto zuccherino, o comunque un gusto neutro, che ben si abbina al sapore dolce della frutta. Ad esempio i finocchi si abbinano al meglio al gusto aspro e dolce dell’ananas, il sedano e le zucchine si sposano alla perfezione con le fragole o le albicocche. Ovviamente ognuno è poi libero di fare le combinazioni che preferisce, non dimenticando di aggiungere anche menta, melissa, zenzero o mandorle ove desidera. Alcuni estrattori si possono usare anche per creare bevande a base vegetale, ad esempio con le mandorle, la soia o le nocciole, per colazioni golose o anche da utilizzare per la preparazione di creme e salse.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.