Prodotti

Guida all’acquisto di una lavatrice: i consigli

Si sa che ormai di alcuni elettrodomestici proprio non se ne può fare più a meno come, ad esempio, la lavatrice.

Oggi, insieme al frigorifero, risulta essere un vero e proprio complemento d’arredo in una cucina o bagno da arredare ed è per questo che per scegliere quella giusta bisogna fare qualche piccola riflessione.

Prima di tutto bisogna considerare lo spazio a disposizione e soprattutto le esigenze proprie e dell’eventuale famiglia perché aiuteranno a capire la capacità di carico di cui si ha bisogno.

Quindi, si potrà scegliere per un carico minimo, come ad esempio 3,5 kg, oppure molto più grande come 10 kg se la famiglia è numerosa.

Conseguentemente si potrà capire quale sarà il posto migliore per collocarla optando sulla scelta di un carico frontale oppure superiore.

Quest’ultima possibilità è quella migliore per due motivi: spazio e comodità. Il primo perché verrà rivalutato con maggiore attenzione e funzionalità grazie alle dimensioni più ridotte rispetto alla presenza dell’oblò frontale, il secondo perché risulta essere molto più comoda l’apertura superiore in quanto non c’è bisogno di abbassarsi per caricare e scaricare il bucato.

lavanderia lavatrici 1

Una volta che si è stabilita l’ubicazione ed il modello ideale, allora si può tranquillamente scegliere il tipo in base anche al risparmio energetico che può aiutare il bilancio familiare.

Le classi infatti, stabiliscono le fasce di consumo della lavatrice che variano a seconda dei dati che la identificano. Questi dati riguardano il consumo energetico annuale, la capacità di carico, la centrifuga ed il rumore che emette durante il funzionamento.

Tutto questo determinerà l’etichetta finale che racchiude la lavatrice scelta in una classe che va da A+++ a G, ossia da un consumo di KWh minimo ad un massimo annuale.

Fortunatamente oggi la scelta delle lavatrici in base a questi dettagli già spiegati è davvero molto ampia ed in più, per chi vuole davvero il massimo, può trovare anche, oltre alle normali funzioni, quelle cosiddette intelligenti.

Di che si tratta?

Sono dei tasti che permettono alla lavatrice di svolgere compiti molto efficaci regolando la temperatura dell’acqua, ad esempio, idem per il tempo e la durata della centrifuga così da risparmiare notevolmente economizzando il lavaggio ma senza eliminare l’efficacia dello stesso.

Ecco, dunque, che oltre alle funzioni tipiche relative al tipo di tessuto, al colore dello stesso o a quelli speciali come i jeans, questi tasti delle funzioni intelligenti permettono di avviare o bloccare comandi in caso di allagamento, o protezione per i più piccoli che se premono qualcosa durante il lavaggio, non provocheranno danni.

Come si può notare, quindi, la lavatrice diventa sì l’elettrodomestico per il bucato, ma anche un fondamentale complemento d’arredo che può risultare funzionale in fatto di spazio e, soprattutto, per le sue funzioni ottimizzate, consentono un notevole risparmio energetico ed una salutare fatturazione del servizio elettrico.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.