personalizzare casa in affitto
Arredamento

Idee per personalizzare la tua casa in affitto

Vivere in affitto può avere pregi e difetti, ma l’obiettivo principale è uno: sentirsi davvero a casa, una volta varcata la soglia.

Una delle cose peggiori che possano capitare, infatti, è quella di avere la netta sensazione di abitare in spazi non propri, quasi come un ospite.

Guardiamo in faccia la realtà: sfogliando le riviste o navigando su Pinterest, sembra che le case siano già perfette in partenza, mentre sappiamo bene che spesso non è così.

Chi ha cercato almeno una volta nella sua vita una casa in affitto, facilmente si sarà scontrato con case arredate con mobili vecchi e malconci, stanze buie e scelte stilistiche di dubbio gusto.

Niente panico, con un po’ di impegno e creatività è possibile rendere la propria casa in affitto un nido accogliente.

Mobili: quando puoi sceglierli come vuoi tu

Se hai questa libertà, approfittane! Una casa vuota o che puoi arredare come vuoi tu ti dà la possibilità di sbizzarrirti con scelte che rispecchino la tua personalità, le tue caratteristiche e i tuoi bisogni.

Se non hai tempo di andare per negozi a scegliere mobili, puoi optare per l’arredamento casa online: in questo modo potrai scegliere con calma ogni dettaglio, annotarti misure e costi, senza dover acquistare di corsa, o magari in mezzo alla ressa del sabato pomeriggio.

Mobili: se non rientrano nei tuoi gusti, ma non puoi cambiarli

Tasto dolente di alcune case in affitto, soprattutto se ci si è accordati con i proprietari per lasciare tutto così com’è, cosa molto diffusa in caso di affitti annuali o a breve termine.

In questo caso accessori, decorazioni e complementi di arredo fanno la differenza.

Puoi decidere se seguire lo stile dei mobili già presenti o se stabilire un mood eclettico in grado di sfidare le scelte fatte in precedenza.

In Italia è molto facile trovare case ancora arredate nello stile che andava negli anni 70: in questo caso, soprattutto se sono presenti mobili dalle tonalità scure, ti consigliamo di puntare su uno stile vintage e di non sovraccaricare gli ambienti, mantenendo tessili e decorazioni su tonalità chiare o, se vuoi osare di più, colori vivaci, per rendere tutto più pop e frizzante.

Divisione degli spazi: crea nuove stanze

Gli ex inquilini forse avevano diviso gli spazi secondo le loro esigenze, che però possono essere molto diverse dalle tue.

Con una parete divisoria, in alcuni casi, si può dividere uno spazio troppo grande e trasformarlo in due ambienti diversi.

Un salone troppo dispersivo, ad esempio, può diventare una accogliente zona giorno e, al tempo stesso, un piccolo studio nel quale lavorare da casa.

Carta da parati: la rinascita di una tendenza

Negli ultimi anni la carta da parati è tornata come un vero e proprio trend. Ora i wallpaper sono disponibili di qualsiasi tipo, fotografico o grafico, anche direttamente online da artisti e creativi di tutto il mondo.

Una carta da parati di design, lontanissima dall’evocare quella sensazione “casa dei nonni” del passato.

Puoi utilizzarla anche solo in una stanza per focalizzare l’attenzione su una singola parete: sperimenta, troverai sicuramente la tua carta da parati ideale!

Decluttering: liberati del superfluo, prima di tutto

Quando si pensa alla personalizzazione della propria casa, vengono in mente mobili, tappeti e decorazioni di vario tipo.

Prima di fare acquisti, però, devi togliere ciò che non serve o non funziona più. Una casa ordinata e libera da ingombri inutili è più facile da personalizzare.

Ricorda anche che non sei obbligato a mantenere in casa decorazioni e oggetti superflui, anche se i tuoi padroni di casa al termine del contratto li rivorranno al loro posto: nascondi ciò che non puoi spostare e togli temporaneamente tutto ciò che puoi infilare in una scatola o mettere in garage.

Anche i mobili, se sono liberamente spostabili, non devono per forza rimanere nella loro posizione originaria. Certo, spostare una cucina può essere quasi impossibile, ma se il divano o il letto ti piacciono più in un’altra parte della stanza, spostali senza indugi.

Prima di effettuare cambiamenti importanti fai qualche foto, così saprai come lasciare la casa al momento della tua uscita.

La zona giorno: idee per rinnovare

Il salotto è una delle parti della casa più legate alla vita quotidiana dei suoi abitanti, ma anche ideale per accogliere gli ospiti, rilassarsi e passare piacevoli ore in compagnia. È l’ambiente perfetto dal quale partire per sviluppare un percorso dedicato alla personalizzazione dell’intera casa, tramite il quale fare scelte stilistiche importanti.

Un living moderno, infatti, ben si collegherà con una cucina del medesimo stile e con camere dagli arredi lineari, mentre un salottino dal look classico sarà più consono a una cucina in legno o a camere da letto riccamente decorate.

Per la disposizione degli oggetti nella zona giorno puoi ricorrere alle pareti attrezzate moderne, perfette per arredare, creare un punto focale nella stanza e decidere lo stile più vicino ai tuoi gusti.

Se possibile, non far mancare una libreria ben fornita, lampade da terra e soffici tappeti, per creare un vero angolo di relax nel quale guardarti un bel film o accogliere amici e parenti.

Se i mobili non ti aiutano nella scelta dello stile, punta sugli accessori: anche un paio di tende colorate o dei cuscini fantasia possono trasformare l’aspetto della stanza.

Zona notte: inno al comfort

Che si sia in affitto o meno, la zona notte deve essere interamente dedicata alla comodità e al benessere. I tessili sono un buon punto di partenza: scegli biancheria di buona qualità, morbida e facilmente lavabile, in colori delicati che favoriscano il sonno e il buon riposo.

Anche un bel tappeto o due scendiletto, se non soffri di particolari allergie o non hai animali domestici, aiuta a rendere la camera da letto subito più accogliente.

Non trascurare le tende: in commercio esistono ormai numerosissimi modelli di tendaggi leggeri e lineari, in grado però di oscurare la stanza nelle ore notturne.

Anche la scelta dell’illuminazione è importante, oltre a punti luce strategici, in grado di creare un’atmosfera soft, non dimenticare una luce generica più intensa per cercare ciò che ti serve nell’armadio, fare le pulizie o svolgere altre attività che richiedano una visione più ampia.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.