impianto idraulico
Vivere la casa

Installazione o rifacimento dell’impianto idraulico: le linee guida da seguire

Uno degli elementi essenziali all’interno di un’abitazione per garantire il regolare svolgimento delle attività quotidiane è l’impianto idraulico. La sua funzione più importante è quella di distribuire acqua calda e fredda dal punto di presa principale a ciascun termine di erogazione della casa. Le varie tubature che lo costituiscono hanno il compito di dividere le acque che sono pulite ed utilizzabili per, ad esempio, lavare o cucinare, da quelle nere, le quali vengono eliminate tramite il sistema di fognatura.

L’impianto idrico dunque è uno degli interventi più delicati in assoluto perché collega e gestisce tutta la fornitura e lo smaltimento dell’acqua all’interno di un qualsiasi edificio. È per questo che spesso, credendo di dover riparare un problema apparentemente banale, si finisce per affrontare spese più ingenti.

Come riferito dal portale trovami.com, nel 90% dei casi si è costretti a chiamare un professionista del settore idraulico per risolvere un malfunzionamento nell’impianto causato dal cedimento di un flessibile. Questo è principalmente dovuto ad una cattiva gestione unita ad un mancato controllo periodico, che può portare anche a conseguenze molto più serie come il rifacimento completo dell’impianto.

Purtroppo danni e rotture sono all’ordine del giorno e possono capitare in qualsiasi momento e luogo. Banali perdite d’acqua o intasamenti di lieve entità, se trascurati, possono provocare dei veri e propri disastri. Ma come è fatto un impianto idraulico? Il punto di partenza è certamente il contatore, che può essere installato all’interno o, in alcuni casi, all’esterno dell’immobile. Qui viene posto un tubo di adduzione dal quale partono a sua volta due diramazioni, una diretta al sistema di riscaldamento dell’acqua, verosimilmente una caldaia, e l’altro ai vari terminali. Ai rubinetti presenti poi, è collegata la rete di scarico, la quale canalizza l’acqua verso i punti di raccolta.

Per evitare di incorrere in conseguenze gravi, è necessario che questo intervento venga portato avanti da un professionista del settore come un idraulico Roma. Questa figura, addetta all’installazione, manutenzione e riparazione delle tubazioni dell’acqua e degli impianti igienici e sanitari, gioca oggi un fondamentale ruolo anche nella riqualificazione energetica degli edifici, mettendo in funzione impianti a basso consumo.

Spesso nell’immaginario collettivo l’idraulico viene visto come colui che aggiusta il tubo che perde. Si tratta di una visione molto limitante riguardo la sua attività e la sua importanza. Come detto in precedenza, oltre a studiare la giusta disposizione di tubi, pompe, scarichi, estremamente necessari nel caso cui si debba ristrutturare un locale come il bagno o la cucina, si occupa anche dell’installazione della manutenzione della caldaia. Mettere in funzione nella maniera corretta il generatore di calore, significa diminuire sensibilmente il rischio di malfunzionamenti che possono sfociare in eventi pericolosi, come fuoriuscite di gas o cortocircuiti al sistema elettrico. Inoltre tutto ciò consente anche di ridurre il livello di inquinamento, fattore che in epoca recente non può essere messo in secondo piano.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.