misure giuste camera da letto
Zona notte

Le giuste misure di una camera da letto

Quando si costruisce casa oppure quando la si acquista e si intende modificare la disposizione interna delle stanze, giocano un ruolo fondamentale le dimensioni delle stanze. Ad esempio, quali sono le giuste misure per una camera da letto? Quanto spazio deve avere una camera da letto matrimoniale, e quanto una cameretta?
Qui di seguito cercheremo di fare un po’ di chiarezza.

Innanzitutto è necessario partire dal presupposto che la camera da letto non è solamente quella stanza della casa deputata al sonno: in camera ci si rilassa, si guarda la televisione, si legge un libro e ci si può truccare sedute dinnanzi un’elegante toeletta.
Inoltre, in una camera da letto, oltre al letto matrimoniale oppure ai letti singoli, ci può essere spazio per una poltrona, per una libreria, per una cabina armadio su misura.

Cosa dice la legge

Non tutti sanno che le misure dalla camera da letto sono regolamentate per legge. Per la precisione, le sue dimensioni minime lo sono. A stabilirlo è un Decreto emanato dal Ministero della Sanità il 5 luglio del lontano 1975 il quale andava a fissare importanti regole igienico-sanitarie per far fronte alla dilagante speculazione edilizia. Questo decreto ha stabilito innanzitutto le altezze minime: 2.40 metri per corridoi, disimpegni, bagni e ripostigli; 2.70 metri per tutte le altre stanze (fanno eccezione alcune Comunità Montane, che hanno 2.55 metri come limite minimo). Camera da letto compresa.

In particolare per quanto riguarda la camera da letto, il Decreto stabiliva 14 metri quadrati come superficie minima per una camera matrimoniale, 9 metri quadrati per una cameretta.
Nel caso in cui si abbia a che fare, invece, con un monolocale comprensivo di letto matrimoniale, le misure minime sono 28 metri quadrati per una persona, 38 metri quadrati per due.

Misura ideale di una camera da letto

Ovviamente, però, non c’è solo la legge da prendere in considerazione. Quando si parla di misure della camera da letto anche il comfort conta moltissimo.
A questo proposito gli architetti suggeriscono che una camera matrimoniale abbia una larghezza dai 4 ai 4.80 metri, mentre la lunghezza dai 3.40 ai 3.60 metri. Questo sempre parlando di dimensioni minime.

E’ importante soprattutto tenere conto della larghezza perché questa accoglierà il letto che tradizionalmente, è largo tra i 160 e 180 centimetri, e lungo tra i 200 e i 220, facendo ovviamente attenzione a scegliere materassi di buona qualità e che siano in grado di garantire un riposo ottimale, come quelli dell’azienda Materassi&Materassi la quale vanta anche un’ampia scelta delle varie tipologie di materasso che vanno da quelli in memory, a quelli in lattice, a quelli a molle, fine ai più moderni in water green o waterlattex, senza dimenticare anche i materassi ortopedici. Inoltre, questi professionisti sono in grado anche di guidarvi nella scelta del materasso più adatto alle vostre esigenze, soprattutto quelle mediche, in quanto potranno aiutarvi nel caso in cui soffriate di problemi posturali o circolatori.

Oltre al letto la larghezza ospiterà anche i due comodini, in genere larghi tra 40 e 60 centimetri e profondi circa 30.
La stanza, ovviamente, non andrà stipata: oltre agli arredi è importante avere lo spazio utile ed agevole per muoversi.

Per quanto riguarda l’armadio bisognerà calcolare una profondità di almeno 60 centimetri, sommato allo spazio di apertura delle ante (a meno che non si scelga un modello con le ante scorrevoli).

Se invece si opta per la realizzazione di una cabina armadio, questa potrà essere in un locale a sé oppure, nel caso in cui le misure della camera da letto lo consentono , all’interno della stanza.

Misura ideale di una cameretta

Quando si parla, invece, di cameretta con uno o più letti singoli, è necessario innanzitutto basarsi sull’età del bambino o del ragazzo a cui è destinata. Un neonato, infatti, avrà bisogno di più spazio dal momento che necessiterà di un lettino, di un fasciatoio, di una cassettiera e di molto spazio a terra per i suoi giochi e per poter girare gattonando o facendo i suoi piccoli passi incerti. Quando cresce, invece, si può pensare all’arredo di una stanza vera e propria, che magari cresca insieme a lui e insieme alle sue esigenze.

Esistono numerosissimi modelli sul mercato: dalle camerette a ponte a quelle con letto a castello, da quelle con un letto che si trasforma in divano a quelle con grandi armadi e zona studio.

L‘importante è tenere conto delle dimensioni minime stabilite dalla legge, e costruire poi l’arredo sulla base delle esigenze di chi, quella camera, la utilizzerà.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.