Eventi

MoaCasa 2015: oltre 80.000 visitatori per la 41a edizione

Si conclude MoaCasa 2015, la mostra di arredo e design organizzata da MOA Società Cooperativa, giunta quest’anno alla sua 41a edizione. Tante le novità in mostra, dal 24 ottobre al 1 novembre, proposte dai più di 250 espositori nei 3 padiglioni della Nuova Fiera di Roma: oltre 80.000 visitatori hanno scelto MoaCasa per scoprire le novità del design e del settore arredo.

Parola d’ordine anche per le tendenze 2016 è openspace, con soluzioni per ambienti che rispecchiano creatività e carattere di chi li abita. La cucina diventa veramente su misura, non solo di spazi ma anche di esigenze.

Efficienza richiesta anche agli arredi sempre più tecnologici: i mobili diventano così di intrattenimento e coniugano insieme un bel design abitativo con la tecnologia. La regola però è sempre mixare gli elementi, donando a ogni ambiente della casa carattere.

“MoaCasa è una mostra di rilevanza nazionale – sottolinea Massimo Prete, presidente di MOA Società Cooperativa – che accoglie espositori e mobilieri delle diverse regioni d’Italia. Tutte le aziende, altamente qualificate e specializzate, offrono una serie di servizi a valore aggiunto che vanno dalla progettazione all’assistenza tecnica, dal montaggio alla garanzia”.

Servizi sempre più richiesti e apprezzati dall’utente finale.

CATTELAN-0008-5a.tif

Tendenze viste a MoaCasa 2015

Lo scenario evolutivo, la casa diventa smart grazie al sapiente mix di design, sostenibilità ambientale e domotica che guidano la l’offerta e la scelta delle famiglie.

A MoaCasa 2015 i visitatori hanno intrapreso un viaggio esclusivo tra modernità e tradizione in cui ogni stanza acquista la sua identità: i colori neutri si sposano con le tinte più accese e pezzi unici dal carattere vintage si fondono con il design delle nuove linee degli elettrodomestici.

In autunno, cambiano i colori, l’aria diventa fresca e la casa sembra improvvisamente spoglia e asettica. È il dettaglio che fa la differenza ma non solo. Con l’accorciarsi delle giornate, molta attenzione è rivolta alla luce e ai sistemi di illuminazione, con una particolare attenzione all’ambiente.

Lampade al LED con intensità regolabile riproducono la naturale luce del giorno in spazi che comunicano tra loro, in un gioco di trasparenze e riflessi dato dalla presenza di specchi e cristalli.

Lampadari a soffitto, dalle forme geometriche, vestono la zona giorno di fasci di luce, riservando alle stanze da letto una luminosità più soffusa tra paralumi in vetro colorato e lampade da terra del design originale.

Trasformabile e sempre più versatile, la zona living è protagonista delle nuove soluzioni d’arredo, componibili e non. Novità esclusiva di quest’anno sono i moduli multisensoriali a parete che permettono di disegnare ogni volta atmosfere nuove e suggestive.

Madia Picasso

Ciascun modulo, infatti, può generare suoni, luce di ogni forma e colore, rilasciare profumi nell’aria e riscaldare l’ambiente. Da interno o da esterno, i moduli possono essere corredati di riscaldamento ecologico e resi resistenti all’acqua per installazioni in veranda oppure in bagno. In soli 5 cm un’opera grafica acquista così vita e si colora, suscitando emozioni.

Il legno – in tutte le sue sfumature e applicazioni – resta protagonista indiscusso delle scelte di arredo, sempre più utilizzato non solo nei pavimenti ma anche nei piani d’appoggio o nelle rifiniture di sedie e divani. Binomio di tendenza e sostenibilità il legno è uno dei materiali che meglio si presta a soluzioni di stile che strizzano l’occhio a riciclo e rispetto per l’ambiente.

Quasi grezzo o poco lavorato, l’imperfezione della venatura diventa la caratteristica irrinunciabile per un mobile senza tempo. Un viaggio sussurrato da pezzi unici e irripetibili: ogni mobile si differenzia dall’altro, i legni sono vivi e in continua evoluzione, è la loro “natura”.

I materiali impiegati sono spesso recuperati da pavimenti, solai, porte, e tetti di vecchie cascine e baite. Questo conferisce uno straordinario sapore al legno ed evita l’inutile abbattimento di nuovi alberi favorendo il riutilizzo dei materiali esistenti.

Nei rivestimenti prevale il legno ma rimane importante la laccatura opaca e le finiture, in particolari malte cementizie, anche per le pareti attrezzate nei colori della terra.

Sempre più attenzione viene riservata al green design, con arredi realizzati in materiali ecologici a basso impatto ambientale e tante idee per ridurre i consumi, come l’illuminazione intelligente con LED, la diffusione di calore ad alta efficienza energetica, spegnimento o accensione automatici e modalità sleep a basso consumo.

Sedia Parisienne

Nella zona giorno, bellezza, rigore e funzionalità si mixano nel minimalismo soft delle sedie di design e di tavoli e consolle, quasi tutti allungabili e pensati per spazi di ogni dimensione.

Adattabile alle diverse occasioni d’uso, dalla più formale alla più conviviale, ogni arredo si trasforma velocemente grazie a guide e a meccanismi iperfunzionali.

Openspace e pareti trasparenti abbattono le barriere indoor ampliando gli spazi tra le diverse aree domestiche, regalando alla casa una maggiore profondità: complici porte e finestre scorrevoli di nuova generazione, alberi e natura sostituiscono quadri e mura nelle “case di cristallo” baciate dalla luce del sole.

Per i momenti di relax più riservati, tende a rullo e veneziane oscuranti proteggono dai raggi UV e allontanano rumori e sguardi, a favore di penombra e privacy. Immediate ma non obbligatorie.

Specchi e dettagli in cristallo giocano un ruolo essenziale nel dare un tocco di personalità agli ambienti: il risultato è un paesaggio domestico suggestivo che gioca su affinità e contrasti e permette di disegnare ogni volta atmosfere nuove.

Geometrici, vezzosi o minimalisti, ogni specchio riflette uno stato d’animo, un gusto, una possibilità di arredo pronta a soddisfare le aree di gusto più diverse.

Tanta attenzione per armadi e guardaroba, realizzati nei materiali più variegati, per soddisfare le esigenze più diverse. Interessante la tendenza in materia di colori, dove tinte neutre e forti si mixano lasciando spazio alla fantasia e alla personalizzazione di ogni superfice.

In camera da letto pareti nivee sposano pavimenti di marmo scurissimo. Marsala, glicine e fantasie damascate vestono la parete che fa da cornice al letto – catalizzando l’attenzione su di esso e accentuandone le linee – affidando al resto dello spazio il compito di stabilire il giusto equilibrio cromatico.

Nella casa il color marsala, protagonista indiscusso delle nuove soluzioni d’arredo, può tingere anche imbottiti, tende e accessori per la tavola.

Geometrie e creatività prevalgono nelle fantasie di tessuti e tappeti che vestono l’ambiente di stili diversi.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.