Zona notte

Consigli per la pulizia e la manutenzione del piumino

La primavera è alle porte e, con l’avvicinarsi di temperature più miti e della bella stagione, il piumino lascia il posto a trapunte più leggere. Quando arriva il momento di dire “arrivederci al prossimo inverno” al nostro piumino, tuttavia, prima di riporlo è opportuno lavarlo per bene e predisporlo per essere conservato durante la stagione più calda.

Per mantenere pulito un piumino – e far sì che resti nel tempo nelle migliori condizioni – occorre seguire alcuni semplici passaggi e averne cura sia quando lo si usa, che quando lo si conserva.

Mondoflex, azienda leader nella vendita di materassi, reti, guanciali, poltrone e divani, è pronta a dispensare i suoi migliori consigli per una corretta pulizia e un’adeguata manutenzione del vostro piumino.

Piumino: come lavarlo nel modo giusto

Il piumino, la cui morbidezza estrema lo contraddistingue dalla trapunta – grazie all’imbottitura in vera piuma d’oca e con fiocchi, talvolta sostituiti dalla cosiddetta piumetta – va sempre sfoderato prima di essere lavato: questo è il primo passaggio da seguire nella sua pulizia. Infatti, un altro aspetto che lo rende diverso dalle trapunte è proprio il fatto di essere rivestito con un apposito copripiumino.

Dopo aver sfoderato il piumino, invece, il secondo step è quello di leggere con attenzione le indicazioni riportate sull’etichetta del prodotto: infatti, vi sono diversi tipi di piumini e da Mondoflex, ad esempio, troverete sia modelli con imbottitura naturale, che altri realizzati con fibra cava di poliestere. Ogni tipologia di piumino però, in base anche al diverso grado di calore, può avere indicazioni di lavaggio differenti.

Nel caso in cui l’etichetta del vostro piumino riporti un simbolo raffigurante un cerchio vuoto oppure con una lettera “A” al centro della figura, questo segno indicherà che il piumino in questione può essere lavato solo in lavanderia con un lavaggio a secco.

Se tale simbolo non è presente, invece, avrete il via libera al lavaggio domestico: questo può essere effettuato anche in lavatrice, a patto che si rispettino alcune regole:

  • la lavatrice deve supportare un carico di almeno 7-8 kg per far sì che non si rompa il cestello e che il piumino possa entrarvi con comodità;
  • la temperatura massima per il lavaggio non deve superare i 30-40 gradi;
  • sia per piumini in vera piuma d’oca, che per quelli sintetici sarà opportuno utilizzare un detergente delicato e mai l’ammorbidente;
  • i giri della centrifuga devono essere circa 800/900;

Come procedere con l’asciugatura del piumino

L’asciugatura del piumino, invece, può avvenire sia all’aria aperta che in asciugatrice. La prima soluzione, se lo spazio lo permette, è sempre quella migliore. Nel caso in cui si utilizzi invece un’asciugatrice, occorre fare attenzione ad impostare sempre temperature intermedie. Oppure, se preferite, potete procedere con un’asciugatura in 3 fasi: prima mettete il piumino in asciugatrice a 50 °C per circa un’ora, poi lasciatelo steso all’aperto per circa 24 ore, ma non a contatto diretto coi raggi solari, e infine mettetelo ancora una volta in asciugatrice a 50 °C per una durata di 20 minuti.

Il lavaggio del piumino deve avvenire una volta all’anno circa, massimo ogni due anni, ma se lo si conserva in modo adeguato va da sé che avrà una maggiore resistenza nel tempo e manterrà sempre la sua morbidezza originale anche dopo diversi lavaggi.

Per conservare in modo ottimale il piumino occorre farlo arieggiare con cadenza quotidiana, scuotendolo in modo da restituire volume alle piume dell’imbottitura.

Come conservare correttamente il piumino

Infine, ricordatevi di conservare il vostro piumino nell’apposito sacco con il quale vi è stato venduto e mai nei sacchetti sottovuoto, che rovinerebbero l’imbottitura. Non possedete più il contenitore dentro il quale era contenuto il piumino al momento dell’acquisto? Non preoccupatevi, potrete conservarlo in un sacco di cotone, perfetto per consentirne la giusta traspirazione.

Dopo che avrete inserito il piumino nel suo sacco, potrete riporlo in un luogo asciutto, buio e lontano da fonti di calore: il vano contenitore del letto, se lo avete, sarà perfetto, ma in caso contrario andrà bene qualsiasi altro posto che rispetti questi requisiti.

E adesso che sapete come prendervi cura del vostro piumino, non vi resta altro da fare che scoprire tutti i modelli disponibili da Mondoflex e acquistare quello che preferite!

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.