riscaldare-e-arredare-il-bagno-con-le-stufe-elettriche
Bagno

Riscaldare e arredare il bagno con le stufe elettriche

Per proteggersi dalle fredde temperature invernali non si può fare a meno di installare in casa un apposito impianto di riscaldamento.

Tuttavia però, tali sistemi non sempre riescono a riscaldare ogni singola camera, anzi capita sempre più di frequente che ci sia una stanza che non viene riscaldata a dovere. Solitamente tale stanza è il bagno. Luogo che, quando faremo la doccia, ci fornirà un’esperienza “paradisiaca”. Questo però, fin quando saremo protetti dal calore dell’acqua. Il vero problema nasce dopo, quando usciti dal box verremo “abbracciati” dal freddo e non dovremo far altro che vestirci in fretta o andare nelle camere riscaldate.

Per evitare questa “fretta” è il caso di optare per una stufa elettrica che, come vedremo più avanti, risulta essere una scelta non solo utile, ma anche di design.

Quale stufa elettrica per il bagno?

Il bagno è un ambiente umido, il contatto con l’acqua è più o meno frequente ed è quindi essenziale che la stufa abbia un doppio isolamento e vanti almeno il grado di protezione IPX4. Grazie ad un simile livello di sicurezza (ne esistono anche di superiori) l’elettrodomestico è protetto dagli schizzi d’acqua, così si evitano pericolosi incidenti domestici.

Premesso questo, la tipologia di stufa elettrica ideale per il bagno è sicuramente il termoventilatore. Si tratta di un elettrodomestico che riscalda per convezione, ovvero trasforma l’aria fredda in aria calda. Essendo dotato di ventola risulta anche piuttosto rapido nel riscaldare la stanza.

Si può accendere anche un attimo prima di fare la doccia per trasformare, in 5/10 minuti, il bagno in un ambiente confortevole (ovviamente i tempi di riscaldamento possono essere anche superiori, ciò dipende non solo dalle dimensioni del bagno ma anche dalla potenza del termoventilatore acquistato).

Termoventilatore: non la classica e banale stufetta

In casa se c’è una cosa che non devono toccarci è il nostro stile nell’arredare. Mal sopporteremo di dover posizionare in un bagno, che rispecchia appieno la nostra personalità, un elettrodomestico banale e dal design orribile.

E solitamente le classiche stufette elettriche non hanno mai brillato per essere particolarmente gradevoli. Non però i termoventilatori che rappresentano un’eccezione alla solita monotonia.

Si può scegliere tra variegati design. Per chi preferisce un aspetto più vivace, frizzante, ci sono dei modelli colorati, così da abbinarli perfettamente al colore predominante presente nel bagno. Vi sono design a specchio. In tal caso le stufe hanno le stesse sembianze di un normalissimo specchio solo che svolgono anche la funzione di riscaldamento.

Dal punto di vista estetico si può davvero puntare su tanti modelli particolari. Un segno in più che ci fa comprendere come al giorno d’oggi le aziende hanno finalmente capito come l’aspetto esteriore sia fondamentale anche in una stufetta elettrica. E a tal proposito ti consigliamo di cliccare su “termoventilatore” per saperne di più su questi particolari e funzionali elettrodomestici e visionare pure qualche grazioso design.

Nessun problema nemmeno nel caso in cui non si abbia molto spazio a disposizione. Infatti, se il bagno è piccolo e non c’è posto a terra, non bisogna preoccuparsi perché vi sono dei modelli mini che possono essere posizionati su una mensola o, magari, installati a parete (non è richiesto nessun complicato montaggio e, inoltre, il kit d’installazione è già

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.