Bagno

Ristrutturazione bagno: ecco cosa ti aspetta

Se il bagno di casa ha bisogno di un rinnovo, magari cambiando le piastrelle o i sanitari, allora quello che serve è una bella ristrutturazione.

Ristrutturazione bagno: costi e fasi

Restaurare un bagno di piccole dimensioni costa tra i 2 mila ed i 3 mila euro, chiaramente il prezzo varia in funzione dei materiali che si scelgono. Ma va detto anche che, per quanto riguarda la posa di nuove piastrelle, c’è la possibilità di aggiungere quelle nuove sopra a quelle vecchie, evitando così il costo dello smantellamento.

Il restauro del bagno è composto da alcune fasi:

  • rimozione di massetto e pavimento
  • installazione del nuovo impianto elettrico ed idraulico
  • creazione di un massetto nuovo
  • posa di piastrelle, pavimenti e sanitari nuovi
  • tinteggiatura delle pareti.

Come scegliere gli elementi di una buona ristrutturazione del bagno

Se si vuole stravolgere lo stile del bagno, spesso basta cambiare il colore delle piastrelle. Se pensiamo ad un bagno piccolo e con piastrelle scure, potremmo decidere di cambiare colore, favorendo uno chiaro di modo che si abbia l’impressione di avere uno spazio più grande e luminoso.

Venendo ai pavimenti, si possono scegliere anche dei materiali diversi dalle mattonelle classiche, come il parquet che, pur non temendo piccole quantità di acqua, ha comunque bisogno di una attenta manutenzione; il microcemento, che resiste bene ad acqua e umidità e può essere semplicemente applicato sul pavimento esistente, facendo così risparmiare denaro e tempo; oppure una pavimentazione in resina che resiste bene negli ambienti umidi e lascia tanto spazio alla fantasia.

Come scegliere i sanitari

Dal momento in cui si decide di rinnovare i sanitari del bagno, sono due le possibilità che si paventano: quelli sospesi e quelli posizionati a terra. Scegliere l’uno o l’altro sarà ciò che determinerà il posizionamento delle tubature, sempre che sia necessario rinnovarle. In caso contrario, continuare ad usare la stessa tipologia di sanitari farà risparmiare tempo e denaro.

In generale, prescindendo dagli impianti idrici, scegliere i sanitari sospesi è ciò che si consiglia. Sono minimal e moderni, hanno un ingombro minore e quindi adatti a bagni piccoli e permettono una migliore pulizia dei pavimenti.

Un ultimo tocco: dettagli e luce

A dare il tocco finale ad una buona ristrutturazione dei bagni sono le luci e i gli accessori. Tenendo conto della colorazione delle piastrelle si possono scegliere degli elementi in acciaio, ceramica, marmo, plastica o legno.

Venendo poi alla luce, in genere sono le tonalità calde ad essere quelle più indicate perché donano all’ambiente un colore naturale (utile anche per truccarsi), mentre una colorazione di tipo freddo andrà a creare un effetto troppo artificiale ma, chiaramente, tutto dipende dalle preferenze di ognuno di noi.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.