sanitari sospesi bagno
Bagno

Sanitari bagno: meglio sospesi, filo muro o a pavimento?

La scelta dei sanitari per il bagno un tempo era piuttosto semplice, perché non esistevano molte alternative e al massimo il dubbio poteva rimanere tra una marca e l’altra. I modelli erano tutti simili e non avevano caratteristiche particolari da considerare.

Oggi però le cose sono cambiate: la stanza da bagno può essere valorizzata anche con dei sanitari moderni, che non rispondono più solo ad esigenze funzionali ma anche estetiche. Particolarmente popolari sono diventati i modelli sospesi, che quindi rimangono distanziati dal pavimento.

Molto belli ed eleganti, questi sanitari bagno sono anche più funzionali e pratici sotto certi aspetti. Non è detto però che si rivelino la scelta più azzeccata, perché sono diversi i fattori da considerare prima di sceglierli.

Sanitari sospesi: pro e contro

I sanitari sospesi sono quelli più gettonati negli ultimi tempi, e hanno la particolarità di essere ancorati al muro e di non toccare il pavimento. I vantaggi sono diversi: alleggeriscono innanzitutto la stanza, facendola apparire più spaziosa e ampia. Inoltre, sono molto pratici perché consentono di pulire il pavimento senza problemi e senza intralci e quindi di mantenere una maggior igiene.

D’altra parte però, i sanitari sospesi richiedono degli adattamenti all’impianto idraulico precedente quindi risulta più difficile installarli in un bagno già esistente. Inoltre, lo scarico in questi modelli va a muro, quindi la parete deve avere un certo spessore.

sanitari moderni bagno

Foto: H and G Designs

Sanitari a filo muro: pro e contro

I sanitari a filo muro sono una via di mezzo: poggiano sul pavimento ma anche completamente sul muro, quindi non ci sono spazi vuoti. Questo è già un grande vantaggio, perché sono i più semplici da pulire in assoluto visto che sono completamente lineari. Inoltre, anche la pulizia del pavimento diventa estremamente facile.

Lo svantaggio di queste soluzioni è che richiedono un’ installazione e un lavoro eseguiti a regola d’arte da parte dell’idraulico, del muratore e del piastrellista. Devono essere estremamente precisi, perché altrimenti si crea un’antiestetica fessura tra il muro e il sanitario.

sanitari bagno

Foto: GSG Ceramic Design

Sanitari a pavimento: pro e contro

I sanitari a pavimento sono quelli classici e presentano il vantaggio di essere estremamente più semplici da installare. Richiedono un lavoro minore e di conseguenza anche i costi della manodopera diminuiscono: in pratica si tratta della soluzione più economica. Inoltre si possono trovare in svariate forme, misure e tonalità quindi sono perfetti per chi cerca dei sanitari di un colore particolare e difficile da trovare sul mercato.

Tuttavia, i sanitari tradizionali a pavimento presentano il grande svantaggio di essere scomodissimi da pulire. Nella parte inferiore si annida spesso molta sporcizia e riuscire a tenerli sempre perfettamente puliti è un’impresa. Lo stesso discorso vale anche per l’igiene del pavimento: bisogna passare in spazi molto stretti che spesso non si riescono a raggiungere.

Probabilmente, i sanitari a pavimento saranno destinati a scomparire con il passare del tempo. Oggi sul mercato si trovano moltissimi modelli sospesi o a filo muro anche molto economici: i prezzi si stanno abbassando.

Effettivamente quindi, i vantaggi dei sanitari tradizionali saranno sempre di meno in futuro e questi modelli saranno sostituiti da quelli più moderni.

Foto top articolo: GSG Ceramic Design

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.