stazione meteo casa che tempo fa
Vivere la casa

Stazione meteo da casa: come usarla al meglio

La stazione meteo da casa è un dispositivo semplice da installare che permette di rilevare in tempo reale la temperatura, l’umidità, la velocità del vento e la percentuale di precipitazione. Uno strumento di grande utilità per coloro che desiderano conoscere con precisione le previsioni in modo tale da affrontare la giornata senza cattive sorprese, o per decidere se dedicarsi ad un hobby.

Solitamente la stazione meteo da casa ha una forma rettangolare ed è composta da due elementi: il sensore e il display. Il sensore può essere posizionato all’interno o all’esterno dell’abitazione ed ha il compito di registrare le variazioni climatiche. Il display, a colori o in bianco e nero, permette di visualizzare i parametri raccolti.

Sugli e-commerce e nei negozi specializzati si trovano svariati modelli che si differenziano tra loro per le dimensioni, le caratteristiche tecniche e le funzioni. Per aiutarti a scegliere partiamo dal presupposto che ci sono tre tipologie di stazioni meteo: analogiche, digitali e wireless.

I modelli analogici sono economici, facili da usare ma poco precisi; quelli digitali sono attendibili e dotati di un display a cristalli liquidi; il modello wireless è il più complesso ed è in grado di interfacciarsi con i dispositivi mobili (tablet e smartphone) per consentire, anche stando lontano da casa, di esaminare i dati.

Un’altra distinzione da fare è tra il dispositivo da appoggio e quello da parete. Il primo è simile ad un orologio, è dotato di cronometro, calendario, sveglia e termometro digitale, inoltre possiede varie funzioni: registra la percentuale di umidità, la temperatura minima e massima e le variazioni climatiche. Il secondo è simile al primo ma con l’aggiunta di altre funzioni: ad esempio misura la pressione atmosferica, le fasi lunari, le gelate notturne, la temperatura esterna ed interna.

Gli strumenti di base che compongono una stazione meteo da casa sono: il barometro, il termometro digitale e l’igrometro (che rileva la percentuale di umidità), mentre i modelli professionali hanno altri strumenti (pluviometro, anemometro) e dei sensori aggiuntivi. Il costo varia da un minimo di 30 ad un massimo di 150 euro. Naturalmente se consideriamo il rapporto qualità-prezzo, un dispositivo economico non potrà garantire risultati attendibili.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.