Designer Eventi

Vanity of Object: la mostra di Tom Vack

L’opera di Tom Vack – che con le sue fotografie ha raccontato l’evoluzione della scena internazionale del design dagli anni ’80 ad oggi – diventa protagonista di “Vanity of Object. Tom Vack – Design Photography”: una ricca mostra monografica che l’importante museo “Die Neue Sammlung – The International Design Museum Munich, Pinakothek der Moderne” di Monaco ha voluto dedicargli.

DE LUCCHI tolomeo Tom VackCreazione di enigmi e racconto di storie, immaginazione e nostalgia, metodo e gioco, decostruzione e un nuovo storicismo: il postmodernismo ha rivoluzionato non solo l’architettura ma anche il design e le sue strategie di rappresentazione.

Lo studio Alchimia, il gruppo Memphis e il loro successo hanno portato a una nuova idea di design e dei modi di ritrarre i prodotti, con il conseguente cambiamento del linguaggio della fotografia.

Il percorso professionale di Tom Vack l’ha portato a muoversi dagli Stati Uniti verso l’Italia, la Francia e la Germania, svolgendo un ruolo determinante in queste nuove forme di espressione di comunicazione.

Tom Vack ha trasmesso l’opera di famosi designer attraverso fotografie, in gran parte create per riviste e cataloghi di prodotto.

Gamperl 1 Tom VackGli esordi creativi di Tom Vack risalgono agli anni d’oro del postmodernismo. Egli ha introdotto nelle sue fotografie alcuni fattori come naiveté e ricordi inconsci, con riferimenti al mondo cinematografico e suggestivi effetti di luce e ombra.

“Voglio rappresentare un oggetto in una foto piuttosto che fare una foto di un oggetto” è sempre stato il suo credo. Vack crea immagini espressive, con atmosfere dense, che esprimono il senso della ragione d’essere degli oggetti ritratti; racconta storie in modo del tutto personale, drammatico e poetico al tempo stesso.

Collaborando con designers di fama internazionale, Tom Vack ha superato la raffigurazione oggettiva del prodotto per sviluppare un personale linguaggio espressivo.

Ingo Porca M Tom Vack

Quando: la mostra sarà inaugurata il 7 novembre per la stampa e resterà aperta al pubblico fino al 25 gennaio 2015.

Dove: Die Neue Sammlung – The International Design Museum Munich, Pinakothek der Moderne, Munich – In collaborazione con Tom Vack

Supported by PIN: Freunde der Pinakothek der Moderne e.V.
Exhibit designer: Ester Pirotta
Lighting consultant: Hagen Sczech

Magis-SPUN Tom Vack

“La vanità è una ‘caratteristica’ spesso connotata da accezione negativa, ma può avere anche  aspetti positivi. Consideriamo questo termine traducendolo in ‘relativo all’apparenza, all’aspetto  esteriore’. Gli oggetti in sè riflettono l’immaginario di coloro che li hanno creati. Essi riflettono,  attraverso la forma e la bellezza, molteplici espressioni: modesto-opulento, minimal-ridondante,  conforme-iconoclasta, ludico-serio, armonico-dissonante, o qualcosa di così unico e originale che  non può essere classificato.

Il Bauhaus promuoveva il principio “la forma segue la funzione”, una frase accattivante, ma anche  una regola difficile da seguire. Gli anni ottanta hanno portato all’apice l’abbandono di questa  massima, stabilendo un nuovo ordine di originalità con nuove risposte su ciò che può essere  l’aspetto estetico di una sedia o di una teiera! Questo era il contesto in cui mi sono trovato ai tempi  del mio ingresso nel ‘mondo del design’ come fotografo. Ho provato, come messaggero di alcune  delle figure centrali di questa rivoluzione, a sviluppare un complemento fotografico al loro  carattere. Lo sto ancora facendo.” – Tom Vack

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.