quale ventilatore scegliere per casa
Idee e consigli

Ventilatori per casa: come sceglierli?

Una domanda semplicissima ma che, forse, nessuno si è mai posto è come scegliere il ventilatore per la casa, vero? Magari sei stufo di ricomprarne uno nuovo ogni anno perché ti affidi a marchi low cost e, al primo urto, il ventilatore è distrutto. Difatti quelli di fascia molto bassa di prezzo hanno il fastidioso problema della griglia esterna che si deforma e, quindi, dopo un’estate sono già vecchi e malfunzionanti. Alcuni altri fanno dei rumori insopportabili e rendono l’estate ancora più difficile da superare senza dare di nervi. Quindi ecco una piccola guida per la scelta dei migliori ventilatori che ti sarà sicuramente di aiuto e che, forse, ti farà riflettere su caratteristiche a cui non avevi mai pensato.

Guarda con attenzione come si presenta il modello esteticamente

Il primo consiglio per la scelta è quello di valutare con accortezza la grandezza delle pale e quella della piantana alla base. Difatti se queste non sono equilibrate il ventilatore sarà destinato a cadere di continuo, rischiando di rompersi. La stabilità di un ventilatore è importante soprattutto se ci sono bambini o animali in casa e comunque è necessaria al corretto funzionamento di questo elettrodomestico. Altra questione importante per la scelta e che non tutti sanno di dover valutare è il numero di velocità di cui dispone. Il numero standard di velocità di un ventilatore è tre ma non sempre queste sono disponibili. Per una leggera brezza rinfrescante le velocità minime sono ideali rispetto ai ventilatori che hanno solo il tasto di accensione on/off…non credi?

Valuta e impara a leggere le etichette e le specifiche tecniche

C’è poi tutta la questione delle specifiche tecniche da leggere con attenzione. I ventilatori sono dispositivi elettronici e che, pertanto, consumano corrente. Occhio quindi all’efficienza energetica per la quale è preferibile scegliere modelli che consumano poco per non influire troppo sui costi della bolletta. Presta attenzione anche alla rumorosità che solitamente è espressa in decibel e che può diventare importante se cerchi relax, magari di notte. Non c’è cosa più fastidiosa di un ventilatore troppo rumoroso!

Il prezzo ci dice molto sulla qualità del ventilatore che abbiamo intenzione di acquistare

Infine i prezzi: quanto spendere? Per un ventilatore buono il prezzo medio parte dai venti/trenta euro. Già a questa fascia di prezzo ci troviamo dinanzi a buoni modelli che assicurano una certa durabilità nel tempo. Scendendo al di sotto di questa cifra, a meno che non si tratti di grandi occasioni da black Friday, troverai modelli non troppo affidabili e durevoli. Per questo concediti una buona scelta magari spendendo un po’ di più all’acquisto ma che ti faccia risparmiare sul lungo periodo. Infatti i migliori ventilatori oltre ad essere lievemente più costosi si rivelano stabili, resistenti e affidabili in materia di consumi di corrente elettrica. Questo risparmio è quello che più dovrebbe interessarti dato che oltre a dare i suoi frutti in bolletta si rivela essere in armonia con l’ambiente. Anche questo è un dettaglio di non poco conto!

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.