Design

Con WallPepper il greenery diventa una filosofia

Greenery non solo nel colore, ma anche nella filosofia: la carta da parati WallPepper® è un vero e proprio concentrato di quella tendenza tutta naturale che accompagna l’annuale e tanto attesa selezione di Pantone per il 2017

Se le grafiche della collezione Trend-Line rievocano infatti il risveglio della primavera, con il suo tripudio di nuovi germogli e la sua energia di rinnovamento, il supporto non fa che accentuare l’idea di un rispettoso legame con l’ambiente.

Le immagini del paesaggio, delle fronde e della vegetazione sono infatti riprodotte da WallPepper® su una carta da parati composta esclusivamente da fibre tessili, agave e cellulosa, priva di PVC e stampata con inchiostri ecologici.

Carta da parati Greenleaves

Carta da parati Greenleaves

Il trend del momento diventa dunque, per WallPepper®, un progetto a più livelli: la carta da parati suggerisce una finestra a tutta parete attraverso la quale potersi immergere nella natura, per viverla pienamente.

Carta da parati Jungle

Carta da parati Jungle

I soggetti della linea Tropikos, parte del Catalogo Trend-Line 2017, sono una celebrazione della vegetazione diffusa nelle regioni più calde del nostro pianeta: grazie a “Jungle”, “Greenleaves” o “Touke-Touke jungle” la parete si trasforma in un’esplosione di energia, con sfumature brillanti in diverse tonalità di verde.

Carta da parati La Selva fiorita

Carta da parati La Selva fiorita

Nella collezione Silk Way, invece, “La selva fiorita” permette di addentrarsi in una radura idilliaca, popolata da uccellini e da boccioli, mentre “Neo e Post”, della linea Monochrome, sembra proporre l’ingrandimento al microscopio di una foglia.

Carta da parati Neo e Post

Carta da parati Neo e Post

Con le carte da parati WallPepper® il must have del 2017 acquista quindi dimensioni importanti per proiettarci, all’interno della casa o negli spazi contract, in una frizzante
atmosfera di rinascita.

Carta da parati Touke-Touke jungle

Carta da parati Touke-Touke jungle

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.