Architettura & Ristrutturazioni

Gli aspetti che incidono sul costo degli infissi

Gli infissi sono importanti: se ben scelti possono ridare vita a una stanza buia, rendere un ambiente più accogliente o trasformare la personalità di una casa.

Il mondo degli infissi è molto ampio, ma l’obiettivo comune è trovare finestre che offrano isolamento termico e risparmio energetico, tenendo sempre d’occhio lo stile, in modo che si abbini all’abitazione in modo naturale.

Ci sono tanti aspetti da tenere in considerazione quando si scelgono gli infissi. Primo tra tutti il costo, importante per poter stabilire quali materiali e modelli possono fare al caso nostro.

Come spesso accade, è meglio spendere qualcosa in più per infissi di alta qualità invece di cercare il risparmio immediato e ritrovarsi dopo qualche anno già nella necessità di sostituire il tutto.

Trovare gli infissi giusti, infatti, è un investimento che, se fatto in modo ragionato, consentirà di non sostituirli per almeno 20 anni. Tieni presente che scegliere finestre di alta qualità incide anche sul valore della casa, quindi è meglio scegliere bene!

Ma quali sono i fattori che incidono sul costo degli infissi?

Finestre nella zona living

Dimensioni e materiali sono importanti, così come la locazione e il numero degli infissi in questione. Cerca di avere ben chiaro tutto fin dall’inizio per capire cosa puoi ottenere come risultato finale.

Stili

Quando decidi di rinnovare i tuoi infissi tieni in considerazione prima di tutto lo stile della casa. Con un arredamento moderno, per esempio, è preferibile optare per finestre in pvc o alluminio, mentre se il mood è più tradizionale il legno si conferma sempre una buona scelta.

Ma non farti limitare dalle regole: se ami i contrasti e i mix di stili puoi cambiare le carte in tavola! Pensa alle grandi case in legno tipiche degli Stati Uniti, con un aspetto classico e spesso rustico, ma rese uniche da grandi vetrate moderne.

Oltre all’arredamento degli interni incide anche l’esterno della casa. Tutte le case hanno un determinato stile architettonico e scegliere gli infissi giusti può valorizzarlo o, al contrario, risultare poco piacevole alla vista.

Autorizzazioni

Se abiti in un condominio presta attenzione: l’installazione di infissi diversi esteticamente da quelli standard altera la facciata ed è un procedimento che deve essere autorizzato dal consiglio condominiale.

In alcuni contesti specifici, come palazzi storici, immobili vincolati o zone particolari, deve essere richiesta l’autorizzazione per procedere alla Sovraintendenza delle Belle Arti o ad altri enti.

Insomma, meglio informarsi bene per evitare spiacevoli conseguenze!

Finestre nello studio

Materiali e modelli

Vediamo alcuni dei materiali più comuni nel campo degli infissi: legno, pvc e alluminio.

Finestre in legno

Le nuove finestre in legno sono molto gettonate e garantiscono un’alta efficienza energetica. Sono semplici da riparare e spesso si possono dipingere del colore desiderato.

Con l’esposizione al sole e agli agenti esterni però si potrebbe presentare la necessità di provvedere ad alcuni lavoretti di tanto in tanto. La loro manutenzione comunque è diventata molto più semplice rispetto al passato e resistono anche ad attacchi di insetti e usura grazie a trattamenti particolari e vernici idrorepellenti.

Finestre in pvc

Le finestre in pvc sono resistenti e si rivelano spesso un’ottima scelta economica. Come le finestre moderne in legno, anche quelle in pvc sono efficienti dal punto di vista energetico e consentono un buon isolamento termico.

Richiedono pochissima manutenzione, anche se le tinte più scure a volte tendono a sbiadire col tempo in caso di infissi di bassa qualità, quindi ti consigliamo di optare per tonalità neutre o di investire un po’ di più, per evitare del tutto questo problema.

Finestre in alluminio

Le finestre in alluminio possono garantire un buon isolamento acustico e richiedono poca manutenzione, sono riciclabili e non rilasciano sostanze tossiche in caso di incendio, anzi, resistono piuttosto bene alle fiamme.

Questo tipo di finestra può però essere soggetta a condense e soffrire di escursione termica. In fase di progettazione quindi valuta anche la zona climatica nella quale verranno installati gli infissi.

Materiali

I materiali incidono in modo significativo sui costi, ma bisogna tenere in considerazione anche i modelli, infatti le cose possono cambiare a seconda di quale tipo di finestra si voglia.

Tra i modelli più comuni troviamo quelli a battente, a vasistas e scorrevoli, ma tra le molte proposte sul mercato puoi trovare anche finestre a bilico orizzontale, a libro, a sporgere ecc.

Per darti un’idea, una finestra fissa in pvc può costare tra i 100 e i 200 € al metro quadro, mentre una finestra scorrevole, sempre in pvc, può arrivare a 700 – 800 € al metro quadro.

Finestre nella camera da letto

Dimensioni

Nei listini troverai il più delle volte prezzi indicati al metro quadro, quindi valutare le dimensioni degli infissi è fondamentale anche per stabilire il budget.

È facile immaginare che l’installazione di una piccola finestrella in legno in una casa di campagna abbia costi diversi rispetto a maestose finestre scorrevoli in alluminio in un appartamento moderno.

Prima di tirare fuori il metro, ricorda che misurare gli infissi in modo preciso non è così semplice come potrebbe sembrare. È un lavoro che sarebbe meglio lasciare a un professionista, il quale saprà prendere le misure in modo corretto.

Oltre all’altezza e alla larghezza, infatti, bisogna misurare i rivestimenti, l’apertura, la profondità e tanti altri dettagli che, a un occhio non esperto, potrebbero sfuggire.

Manodopera e installazione

Un altro punto importante che incide sulla spesa finale: i costi aggiuntivi.

Non sottovalutare la manodopera. Per ottenere un risultato eccellente serve l’intervento di uno specialista che saprà gestire ogni fase dell’installazione con professionalità. Il costo varia a seconda del numero, tipo e posizionamento degli infissi, quindi assicurati di considerare questa voce durante la richiesta di preventivo.

Lo stesso vale per il trasporto, aspetto che può incidere molto o poco sul budget, a seconda dell’azienda. Cerca di scegliere un’azienda all’interno della tua provincia per evitare spese aggiuntive eccessive.

Se sono presenti i vecchi infissi devi prevedere anche il costo per la loro rimozione e smaltimento a norma di legge. Puoi chiedere questo servizio direttamente all’azienda che hai scelto per l’installazione delle nuove finestre.

E ora?

Abbiamo visto insieme alcuni aspetti che incidono sui costi degli infissi. Per destreggiarti in un mare di offerte noi ti consigliamo di visitare il sito di Infissi 365, tramite il quale potrai chiedere fino a 5 preventivi gratuiti a diverse aziende specializzate nella tua provincia, con l’opportunità di risparmiare fino al 40% sul tuo progetto.

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.