Organizzazione

Cattivi odori in casa? Ecco come fare

Entrare in una casa profumata è sempre piacevole, ma anche nelle case più ordinate e pulite può capitare di sentire un vago cattivo odore e di non trovare alcuna fonte precisa che lo possa giustificare.

Per non parlare di quando si prende in affitto o si acquista una casa: come si può togliere l’odore di chiuso o il ricordo olfattivo dell’ultimo pasto dei precedenti inquilini?

Ecco alcuni consigli per ridurre al minimo la possibilità di sentire cattivi odori in casa:

Rimuovere la fonte del cattivo odore

Ovviamente la prima cosa da fare. Le fonti più comuni di cattivi odori sono la spazzatura sotto il lavello, le sigarette lasciate nel posacenere e il cibo avariato in frigo o nei mobili della cucina.

Se non si capisce da dove provenga l’odore si possono prendere in considerazione anche gli scarichi di bagno e cucina, eventuali schizzi di caffè sotto la macchinetta o cuscini e cucce utilizzati da animali.

frutta fresca

Aprire le finestre

L’aria fresca è sempre la cosa migliore per mandare via l’odore di chiuso o di sigaretta. Da fare anche in pieno inverno per pochi minuti.

Pulizia

Non diamo mai nulla per scontato e ricordiamo che la pulizia è la principale arma contro gli odori sgradevoli: passare l’aspirapolvere, svuotare la spazzatura sotto il lavandino o scuotere i cuscini del divano sono solo alcuni dei passi fondamentali per far rimanere l’aria di casa fresca.

Ricordiamo che anche la polvere depositata sulle lampadine accese può scatenare un fastidioso odore di bruciato.

Candele e fiori freschi

Mascherano i cattivi odori e non li sconfiggono, quindi non sono la soluzione definitiva, ma aiutano a rendere la casa più profumata e colorata. Da preferire le candele in cera d’api pura.

Aiuto green

Le nostre amiche piante aiutano a purificare l’aria, alcune più di altre: meglio fare incetta di piante grasse e aloe vera per avere l’aria di casa sempre ben pulita.

salvia

Ventole e ventilatori

Le pale fanno circolare l’aria e le impediscono di diventare stantia. In cucina e in bagno meglio accendere la cappa quando si cucina e la ventolina apposita durante la doccia, soprattutto se non sono presenti finestre.

Metodi naturali
  • Mandarini bucati con chiodi di garofano: contro l’odore di stantio nell’armadio e nei mobili chiusi
  • Bicarbonato: utile per gli odori forti, dalla lettiera del gatto alla scarpiera, passando per il frigorifero
  • Aceto: perfetto per eliminare l’odore degli scarichi di lavastoviglie e lavatrice
  • Limone: tagliato a fette aiuta a rimuovere gli odori fastidiosi dalla pattumiera, mentre sfregato sui taglieri di legno rimuovere l’odore dei cibi

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.