consigli arredare camera da letto piccola
Zona notte

Camera matrimoniale piccola: ecco come arredarla al meglio

Uno dei grandi misteri dell’era moderna è il rapporto inversamente proporzionale che intercorre fra gli spazi domestici, che si restringono sempre di più, e la necessità di oggetti e, quindi, di spazio che le persone hanno. Proprio per questo motivo, quando è il momento di arredare la casa, ci si ritrova a pensare e ripensare a come si potrebbe ottimizzare lo spazio, visto che rinunciare agli oggetti sembra ancora più difficile.

Un ambiente molto controverso e difficile da arredare, a differenza di quanto si possa pensare, è la camera da letto matrimoniale. È vero che qui gli arredi sono fondamentalmente pochi perché molto ingombranti, ma proprio per questo essi vanno scelti con una certa cognizione di causa. Facciamo una panoramica e vediamo com’è possibile ottimizzare lo spazio al meglio.

Il letto: letto contenitore

Il principe della camera da letto matrimoniale è sicuramente il letto perché ha dimensioni senza alcun dubbio importanti. Se sopra al letto non può che esserci il materasso, sotto però non ci va nulla ed è spazio sprecato, a meno che non si abbia un letto contenitore.

Questo complemento di arredo è una soluzione moderna che sembra studiata proprio per chi ha pochi metri e ha bisogno di sfruttarli al meglio. Sotto al materasso con questo letto si possono riporre molte cose, magari quelle che non si trattano con grande frequenza, come gli asciugamani di ricambio, le lenzuola, gli abiti del cambio stagione.

Aprire e chiudere questo mobile è facile e veloce, soprattutto se si tratta di un prodotto di qualità in cui è curata anche la parte meccanica. Basta una mano e la parte superiore con doghe e materasso si solleva dando accesso al grande spazio inferiore.

Questo contenitore, nei modelli di fascia alta, come sono quelli di VAMA Divani, è in legno spesso ben sigillato per garantire resistenza, igiene e durabilità. La varietà di stili e di colori permette a chiunque di trovare quello più adatto allo stile di casa sua.

Armadi e scaffalature

Per ottimizzare i metri a disposizione nella camera da letto è bene scegliere con cura anche gli armadi, altro elemento ingombrante protagonista dell’ambiente.

Le soluzioni moderne hanno ante a scorrimento e si sviluppano molto anche in altezza. All’interno mensole, aste e cassetti scorrevoli permettono di raggiungere tutto con facilità. Molte volte si tratta di complementi di arredo personalizzabili internamente in base alle proprie esigenze.

Accanto all’armadio, piuttosto che tavolini e altri mobili, è consigliato installare delle mensole, disponendole, se necessario, verticalmente in modo da ridurre il più possibile l’ingombro a terra.

Mettendoci sopra cesti e contenitori saranno comode e risulteranno essere molto di design. Se possibile è consigliato scegliere armadi con ante a specchio o decorare una parete con uno di questi prodotti (le forme e le dimensioni oggi sono tante e diverse): la stanza raddoppierà di dimensione.

In generale, per rendere dal punto di vista ottico l’ambiente più ampio e respirabile, si consiglia l’adozione di arredi dai colori chiari e di sfruttare al meglio la luce naturale presente. Per farlo basta mettere nella zona delle finestre solo mobili bassi, posizionando eventuali specchi dal lato opposto, per riflettere l’esterno anche sull’altra parete.

Potrebbero anche interessarti...

1 commento

  • Reply
    Claudia
    16 maggio 2018 at 16:43

    i consigli sono molto utili,io la mia ho arredato più o meno così NO SPAM con una carta da parati per “ingrandire” un po’ la camera,i colori chiari e i libri perché amo leggere prima di andare a dormire.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.