Casa sicura

I consigli per rendere la tua casa davvero sicura

Quando si dice “casa” si pensa non solo a un’abitazione per ripararsi dalle intemperie o avere un tetto sopra la testa, ma anche, e soprattutto, a un luogo importante nel quale sentirsi protetti e al sicuro.

Purtroppo però possono esserci dei malintenzionati che hanno ben altre piani per la nostra casa.

Come proteggersi quindi? Esistono accorgimenti di varia natura che possono entrare a far parte della nostra routine quotidiana, per poter vivere o lasciare senza preoccupazioni le mura domestiche.

La prima accortezza che suggeriamo è l’installazione di un sistema di sicurezza. Affidati a un’azienda seria e affermata per mettere in mani affidabili la sicurezza della tua abitazione e della tua famiglia. Tra queste noi ti consigliamo Verisure, azienda che propone l’antifurto di ultima generazione per la casa e per il business.

Grazie all’utilizzo di dispositivi innovativi e al collegamento 24 ore su 24 alla Centrale Operativa puoi garantire protezione alla tua abitazione e ai suoi abitanti, anche tramite prodotti di alta qualità, come sensori di movimento e perimetrali, pulsanti SOS, videocamere portatili, cartelli dissuasori e tanto altro.

Gesti quotidiani

Ci sono dei gesti che possono diventare una regolare abitudine:

  • Non lasciare troppe copie delle chiavi di casa in giro ad amici e conoscenti: sono sufficienti pochi mazzi dati a persone di fiducia, meglio se familiari.
  • Se sei in una casa nuova, nella quale hanno abitato prima altre persone, metti nella lista delle prime cose da fare anche la sostituzione della serratura principale.
  • Attenzione a ciò che si vede dall’esterno. Chi passa vicino alla tua casa vede se le finestre sono tutte illuminate? Si notano i movimenti delle persone da una stanza all’altra?
  • Illumina le zone intorno alla casa. Se hai un giardino o una parte esterna puoi utilizzare delle luci con timer che si azionino anche quando non sei presente.
  • E’ importante che anche nel tuo palazzo le luci siano sempre funzionanti: se le lampadine delle scale, dell’androne o del portone non vanno più sollecita l’amministratore. Se i tempi diventano lunghi, intanto pensateci tu e i vicini.
  • Partecipazione attiva: in diversi comuni italiani sono stati organizzati gruppi di Vigilanza di quartiere, per tenere lontana la criminalità e riprendere il controllo delle proprie zone. Creando compattezza e unione tra vicini sarà più difficile per i malintenzionati insinuarsi nelle abitazioni e/o danneggiarle.
Quando si è assenti per lunghi periodi
  • Chiedi a parenti, amici o vicini di ritirare la tua posta. Le cassette della posta straripanti sono un segnale molto chiaro che indica a tutti l’assenza dei padroni di casa!
  • Abbassa il volume del telefono fisso: se qualcuno chiama durante il giorno, magari ripetutamente, e nessuno non risponde, diventa presto chiaro alle persone nelle vicinanze che in casa non c’è nessuno.
  • Non annunciare che sarai assente per un lungo periodo sui tuoi profili social. Lascia intendere che in casa rimarrà comunque qualcuno o condividi gli aggiornamenti delle tue vacanze solo con contatti selezionati e affidabili.
Suggerimenti vari
  • Se il tuo antifurto ha un pannello di controllo visibile cerca di nasconderlo alla vista, soprattutto se si vede dall’esterno (anche dal pianerottolo)
  • Se le chiavi della tua macchina sono dotate di un pulsante per far partire l’allarme dell’auto di notte tienile sul comodino. In caso di rumori sospetti potrai sfruttarle, distraendo il malintenzionato.
  • Nascondi i beni di valore nella camera dei ragazzi. Statisticamente i ladri tendono a non frugare nelle stanze dei più piccoli, dedicando molta più attenzione alla camera da letto padronale.
  • Se hai un giardino inserisci piante con spine nei punti più sensibili dell’abitazione (sotto le finestre, recizionioni ecc)

Potrebbero anche interessarti...

Nessun commento

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.